Come giocatore Claudio ‘El turco' Garcia non è riuscito a lasciare il segno ma nella vita ha avuto una grande fortuna, essere stato un amico di lunga data di Diego Armando Maradona, scomparso recentemente a 60 anni e che l'ex  attaccante argentino ha voluto ricordare in una intervista rilasciata a "TyC Sports" dove ha lanciato anche una velenosa accusa che ha subito fatto il giro del mondo alimentando i sospetti attorno a chi ‘viveva' Maradona e che lo ha condotto ad una triste prematura morte.

"Maradona è stato rapito per dieci anni dalle persone di cui si era circondato" ha detto ‘el Turco' senza alcun giro di parole. Una frase che ha riaperto il dibattuto amplificandolo e dilatandone le dimensioni, non solamente attorno alle ultime ore o giorni di vita del Pibe ma del suo stato negli ultimi anni, in cui si era via via circondato di persone più o meno raccomandabili. Lui è sempre stato un "ragazzo onesto e premuroso, umile e pronto ad aiutare tutti", ha aggiunto Claudio Garcia.

Maradona negli ultimi anni era solo, con se stesso. Anche se nella vita privata e nelle apparizioni pubbliche c'era sempre qualcuno del suo entourage a seguirlo, el Diez era profondamente isolato. Ed è questa denuncia che ‘el Turco' ha voluto gridare al mondo che piange Diego: "Per 10 anni quelli di noi che hanno amato Diego non sono riusciti a raggiungerlo e mettersi in contatto con lui. Diego è stato piano piano rapito, non siamo mai riusciti a vederlo. Ci veniva detto che non poteva, dormiva sempre o faceva altro".

Una situazione oltre il paradossale ma che Garcia rivela con alcune riflessioni personali: "Ritengo che il 90% delle volte in cui chiedevamo di volerlo vedere non l'ha mai scoperto. Per me non sapeva molte altre cose. Penso che sarebbe potuto succedere qualcos'altro se fosse stato più attento. Claudia? Non si può dire nulla a lei, posso garantire che l'unica cosa che le importava era che Diego e le ragazze stessero bene. Lei è stata con lui fino alla fine"

Riguardo alle critiche rivolte a Maradona anche dopo la morte, l'ex calciatore argentino ha commentato: "Diego è stato criticato, come tutti gli altri, forse di più. Ma mi piace ricordare una frase di Víctor Hugo Morales: ‘Quando parlano bene di te è perché sei importante, è peggio quando dicono di non conoscertti per nulla".