La grande novità di questo campionato 2019/2020 è che non c'è solo la Juventus a rincorrere il sogno tricolore. Impegnate nella lotta scudetto, ci sono infatti anche l'Inter di Antonio Conte e la Lazio di Simone Inzaghi: le due squadre che si affronteranno nel big match della ventiquattresima giornata di Serie A. Mentre Sarri è al lavoro per migliorare una squadra apparsa spenta nelle ultime settimane e per scacciare l'ingombrante fantasma di Allegri, i due allenatori ‘outsider' sono quindi pronti a darsi battaglia in uno stadio che ad entrambe ha già regalato verdetti importanti negli anni passati.

Davanti a quasi sessantamila spettatori, un dato significativo per l'impianto romano, Lazio e Inter metteranno dunque in campo il meglio di quello che può attualmente offrire il nostro campionato: difensori affidabili e insuperabili, centrocampisti in grado di illuminare il gioco ed attaccanti devastanti. Inzaghi e Conte scenderanno in campo con lo stesso modulo di riferimento (il 3-5-2), ma con interpreti dalle caratteristiche diverse e comunque determinanti per una sfida come questa. Un mix di quantità e qualità, che fino a qualche settimana fa i tifosi italiani riconoscevano soltanto nella Juventus di Allegri e in parte anche nel Napoli di Ancelotti.

Le ultime notizie dai ritiri

Spronato dal presidente Claudio Lotito ("Giochiamocela a viso aperto"), Simone Inzaghi ha ancora qualche dubbio di formazione. Se è scontata la presenza di Strakosha in porta, meno sicura è invece la scelta su chi dovrà affiancare Acerbi e Radu in difesa. Luiz Felipe e Patric si giocano infatti la maglia da titolare, così come Correa e Caicedo quella di partner d'attacco di Ciro Immobile. Il tecnico biancoceleste recupererà Milinkovic-Savic, mentre al posto di Lulic ci sarà Jony. Titolari inamovibili Lucas Leiva e Luis Alberto.

In casa Inter, Antonio Conte deve ancora fare i conti con le indisponibilità di Handanovic, Sensi, Gagliardini ed Esposito. Davanti a Padelli giocheranno dunque Skriniar e de Vrij, con Bastoni, Godin e D'Ambrosio in ballottaggio per il terzo posto nel reparto difensivo. Nel mezzo sarà Vecino ad affiancare Barella e Brozovic, mentre sulle due fasce ci saranno Candreva e Young. I problemi per la Lazio sono rappresentati dalla coppia gol nerazzurra formata da Lukaku e Lautaro Martinez: quest'ultimo al rientro dopo aver saltato gli impegni con Udinese e Milan a causa dei due turni di squalifica.

Le parole degli allenatori

Alla vigilia della super sfida dell'Olimpico, Inzaghi e Conte hanno ovviamente messo l'accento sulle difficoltà del match. "Affronteremo un avversario forte e determinato – ha spiegato da Formello il mister laziale – Ci stiamo preparando al meglio. Sarà una partita molto importante ma non decisiva, perché mancheranno altre 14 gare. Certo, vincere ci darebbe una spinta in più".

"Sicuramente sarà una gara ad alto indice di difficoltà – gli ha fatto eco Antonio Conte – La Lazio è una realtà consolidata nel campionato italiano, ha vinto la Coppa Italia lo scorso anno e quest'anno la Supercoppa Italiana. Sono cresciuti tanto, mantenendo sempre i giocatori più forti. Non ultimo c'è l'ottimo lavoro di Inzaghi".

Le probabili formazioni

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Jony; Caicedo, Immobile. All. Inzaghi

INTER (3-5-2): Padelli; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva, Vecino, Brozovic, Barella, Young; Lautaro Martinez, Lukaku. All. Conte