Pep Guardiola ha parlato. Dopo la partita di Premier League vinta dal Manchester City sul West Ham (2-0 il risultato finale) l'allenatore spagnolo ha espresso la sua posizione ufficiale in merito all'esclusione dei Citizens dalle prossime due edizioni della Champions League, per violazione del Fair Play Finanziario. Chi si aspettava un passo indietro rispetto agli impegni presi con il suo club, è rimasto deluso: Guardiola ha giurato fedeltà al Manchester City.

"Se non mi licenzieranno, resto al Manchester City al 100%. E' sicuro, non ho dubbi. Questo per me è un club speciale e voglio restare qui fino alla fine del contratto. Perché dovrei andar via? Amo questo club, più che mai adesso in questa situazione. Nei prossimi tre mesi penseremo solo al finale di stagione, poi vedremo cosa succederà con la sentenza, ma non mi importa quel che accadrà. Resto qui".

La scelta di Pep Guardiola

Dopo aver ottenuto l'ennesimo successo alla guida del Manchester City Guardiola si è presentato ai microfoni della televisione inglese e a precisa domanda ha detto che anche nella prossima stagione lavorerà ancora in Premier League e sarà ancora sulla panchina del Manchester City. Il tecnico così chiude ogni tipo di voce di mercato e di speculazione. Il suo futuro sarà ancora con il Manchester City: né Juve né ritorno al Bayern Monaco per l'allenatore catalano.

Guardiola resterà al Manchester City

L'a.d. del Manchester City Ferran Soriano ha parlato oggi ha smontato tutte le accuse della UEFA e ha fatto sapere che il City non solo ha presentato ricorso al TAS ma è convinto anche di vincerlo. Ferran Soriano ha già pronto il rinnovo contrattuale di Guardiola che può firmare già nelle prossime settimane e che dopo la sanzione subita ai calciatori aveva annunciato che sarebbe rimasto:

Siamo talento, siamo organizzazione, non siamo soldi. Qualsiasi campionato giocheremo, io sarò ancora qui. Anche se ci mettono in League Two, sarò ancora qui. E' il momento di restare uniti.