30 Settembre 2021
8:36

La reazione di Tuchel alla sconfitta contro la Juventus: “Non riesco a capire cosa è successo”

Il Chelsea è stato sconfitto per 1-0 dalla Juventus e per i campioni d’Europa è il secondo stop consecutivo dopo quello in Premier League contro il Manchester City. Thomas Tuchel non ha preso bene la prestazione della sua squadra a Torino ma non è riuscito a darsi una spiegazione: “Non riesco a capire cosa è successo”.
A cura di Vito Lamorte

Thomas Tuchel non è contento della prestazione del Chelsea in casa della Juventus ma non è riuscito a darsi una  spiegazione dopo la partita persa per 1-0 in Champions League. Il gol di Federico Chiesa al 46′ ha portato alla seconda sconfitta in pochi giorni, dopo quella contro il Manchester City in Premier League, per i campioni d'Europa in carica e quando gli è stato chiesto quale fosse la ragione della prova al di sotto della media dei suoi ragazzi il manager dei Blues ha ammesso di non "sapere perché" le cose fossero andate così male a Torino. L'allenatore del Chelsea dopo la partita ha commentato così: "Penso che abbiamo iniziato non abbastanza forte. Abbiamo faticato a creare il nostro ritmo e la nostra intensità perché erano profondi e passivi. Ci mancavano le nostre corse. Avevamo provato tanto in ​​allenamento ieri ma non siamo stati abbastanza liberi oggi. Non riesco a capire cosa è successo".

Il tecnico tedesco ha provato a fare dei correttivi nel corso del match ma la situazione non è cambiata: "Sentivo che eravamo un po' lenti e stanchi, mentalmente lenti nel prendere decisioni. Ecco perché è strano da analizzare. Abbiamo avuto un giorno libero e due sessioni di allenamento molto buone. Eravamo assolutamente in condizione, ma non eravamo molto affamati e pronto per andare a contendere le seconde palle".

In merito ai tanti cambi fatti Tuchel ha affermato: "Volevamo dei giocatori freschi, nuove energie pronte per darci una mano a gara in corso". Il tecnico del Chelsea ha paragonato il modo di difendere della Juve a quello dell'Atletico Madrid: "È la stessa contro l'Atletico della scorsa stagione, è difficile ma potevamo fare meglio. Segnare contro squadre come Juventus e Atletico Madrid è sempre difficile, oggi eravamo freschi e carichi: è strano prendere gol dopo pochi secondi per noi, ma la rete descrive la partita che è stata".

Il Chelsea è riuscito a registrare un solo tiro in porta all'Allianz Stadium, nonostante abbia dominato la palla con oltre il 70% di possesso palla, e per una squadra che ha fatto delle ripartenze veloci un vero e proprio credo la difficoltà è stata evidente: "È molto difficile avere un ritmo alto contro una squadra che difende così la profondità. Abbiamo difeso così contro il City ed è stato difficile per loro creare occasioni. Oggi è stato lo stesso per noi qui. Ma la differenza è stata che abbiamo dato due grandi occasioni e questo ha ridato fiducia a tutto l'ambiente".

Saul dimenticato, non riesce a giocare al Chelsea: "Non è stupido, sa di cosa ha bisogno"
Saul dimenticato, non riesce a giocare al Chelsea: "Non è stupido, sa di cosa ha bisogno"
De Ligt va in tendenza su Twitter, Allegri racconta cosa è successo prima della partita col Verona
De Ligt va in tendenza su Twitter, Allegri racconta cosa è successo prima della partita col Verona
Inchiesta plusvalenze Juventus, ecco cosa rischia: esclusa dal campionato solo in un caso
Inchiesta plusvalenze Juventus, ecco cosa rischia: esclusa dal campionato solo in un caso
158 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni