La scena è incredibile: Alexis Sanchez sta per battere un calcio di punizione dal limite dell'area del Toro, ma l'arbitro stoppa tutti. La Penna va al VAR e rivede le immagini di un contatto tra Young e Singo nell'area di rigore dei nerazzurri. L'arbitro rivede tutto e capisce che il fallo è da rigore. Ansaldi trasforma. Poi sempre con il VAR viene decretato un penalty ai nerazzurri.

Contatto Singo – Young e rigore per il Torino con il VAR

Con i granata in vantaggio di un gol il Toro prova a raddoppiare e attacca, con un pallone lungo viene imbeccato il giovane Singo che va a contatto con Young, l'arbitro lascia correre: si gioca. L'Inter risale il campo e conquista un calcio di punizione, quasi al limite dell'area di rigore. I calciatori di Conte confabulano su chi deve tirare, sul pallone resta Alexis Sanchez che quando sta per calciare viene fermato dall'arbitro che richiamato dal VAR va a rivedere le immagini. La Penna nota il fallo di Young su Singo, vede il video un altro paio di volte prima di decretare il penalty. I giocatori dell'Inter protestano, non si torna indietro. Young viene pure ammonito. Ansaldi spiazza il portiere Handanovic e raddoppia.

Rigore con il VAR anche per l'Inter

L'arbitro La Penna ha poi decretato un rigore con il VAR poco dopo anche per i nerazzurri. Sanchez viene steso da N'Koulou. Sembra rigore. Ma il guardalinee aveva sbandierato un fuorigioco di Lukaku. Riguardando le immagini si vede però che il belga è in posizione assolutamente regolare. E così quel fallo sul cileno è diventato un calcio di rigore, che il centravanti ha trasformato con bravura spiazzando Sirigu. In questa partita è stato fatto un eccellente uso del VAR con due falli da rigore non visti, ma che sono stati successivamente assegnati con l'aiuto tecnologico, al VAR c'era Rosario Abisso, direttore di gara di Palermo che divenne notissimo per un contestato Fiorentina-Inter.