Sotto gli occhi di Andrea Agnelli, reduce dal flop Superlega, la Juventus ha battuto in rimonta il Parma. Nella sfida infrasettimanale valida per la 32a giornata di Serie A, i bianconeri spaventati inizialmente da Brugman, si sono poi imposti grazie ai gol di due difensori, ovvero Alex Sandro, protagonista di una doppietta, e de Ligt. Un successo che permette alla Juve di salire a quota 65, a meno uno dalla seconda della classe Milan, con sorpasso momentaneo all’Atalanta che sarà impegnata domani contro la Roma.

Al contrario di quanto si poteva pensare alla vigilia, quello contro il Parma non è stato un match facile per la Juventus. Gli ospiti, penultima forza del campionato, hanno sfoderato un buon piglio in avvio trovando anche il vantaggio con una pennellata su punizione di Brugman che ha lasciato di sasso il grande ex Buffon che non è stato aiutato da Ronaldo non irreprensibile in barriera, come contro il Porto. Una rete che ha spaventato la formazione di Pirlo che ha iniziato ad attaccare a testa bassa, sbattendo però contro il muro difensivo degli emiliani.

I campioni d'Italia hanno avuto il merito di crederci fino in fondo, riuscendo a pareggiare proprio nel finale di frazione con Alex Sandro. Il brasiliano è diventato l'assoluto protagonista del match perché al rientro in campo dopo l'intervallo si è tolto il lusso di realizzare la sua personale doppietta, decisiva per il sorpasso. I ducali hanno continuato comunque a tenere in apprensione la difesa della Juventus, fino a quando è arrivato il tris realizzato da de Ligt con un perentorio colpo di testa che ha di fatto chiuso i conti.  Dopo il ko contro l'Atalanta dunque la squadra bianconera ha ritrovato il sorriso mettendosi alle spalle anche le tante polemiche legate alla Superlega che hanno catalizzato l'attenzione negli ultimi due giorni. Una situazione che a quanto pare non ha destabilizzato i giocatori.