L'avventura italiana di Arthur è ufficialmente cominciata. Il ventitreenne centrocampista brasiliano è infatti sbarcato a Torino dopo la mezzanotte, e dopo aver lasciato l'aeroporto di Caselle e aver passato la nottata in un albergo della città, si è presentato di prima mattina al J Medical. Le visite mediche del gioiello cresciuto nel Gremio, ed esploso nel Barcellona, hanno fatto da antipasto al momento più importante, avvenuto in giornata: ovvero quello della firma sul suo contratto di cinque anni con la Juventus.

Ad entrare nel centro medico bianconero, rigorosamente da una porta secondaria e al riparo dagli occhi dei giornalisti e dei tifosi presenti, è stato anche lo stesso Miralem Pjanic: anche lui presente al J Medical per sostenere tutti gli esami di idoneità prima della firma sul contratto con il Barcellona. A seguire con attenzione le visite del bosniaco, è presente il medico sociale dei blaugrana: arrivato atterrato a Torino per verificare le condizioni del giocatore. Anche il bosniaco ha firmato il suo nuovo contratto.

I dettagli dell'operazione e il nuovo colpo di mercato della Juventus

La trattativa di mercato tra la Juventus e il Barcellona si è sbloccata nelle ultime ore dopo il consenso di Arthur. Il nazionale verdeoro, con la sua risposta positiva, ha di fatto dato il via all'operazione che prevede lo scambio dei due giocatori (che raggiungeranno i due nuovi club il prossimo 2 settembre), con un conguaglio di 10 milioni di euro a favore del Barcellona e una valutazione di 70 milioni di euro (+ 5 di bonus) per il cartellino di Arthur e di 60 + bonus per quello di Pjanic. L'ingaggio del brasiliano sarà di cinque milioni di euro a stagione più bonus. Nel frattempo la società campione d'Italia ha chiuso anche un'altra operazione di mercato con il Manchester City. Nelle prossime ore è infatti atteso al J Medical anche Felix Correia: giovane attaccante portoghese, classe 2001, che arriverà a Torino in cambio del cartellino della punta della Primavera juventina Pablo Moreno.