Tutto facile per la Juventus nell’amichevole con il Novara. La squadra guidata da Pirlo ha avuto vita piuttosto semplice, non poteva essere altrimenti considerate le due categorie di differenza. Ma al di là del risultato – 5-0 gol di Ronaldo, Ramsey, Pjaca e nel finale doppietta del giovane Portanova – si è vista una buona Juve, che sta cercando di cambiare, e non solo perché gioca con un nuovo modulo.

3-4-1-2 per la Juventus di Pirlo e gol di Ronaldo

Quella che è scesa in campo in questa amichevole mattutina, iniziata alle ore 10.30, dovrebbe essere la la Juve che Pirlo manderà in campo contro la Sampdoria tra una settimana nella prima giornata di campionato. Difesa a tre con Danilo al fianco dei totem Bonucci e Chiellini, esterni a tutta fascia, Cuadarado e Alex Sandro, McKennie davanti la difesa con Ramsey alle spalle di Kulusevski e Ronaldo. I due attaccanti mostrano subito un bel feeling e al 20’ su quest’asse giunge l’1-0, segnato manco a dirlo da CR7, che il gol lo cerca sempre. Bello il tiro con cui ha superato Lanni, il migliore del Novara.

Gioia per Ramsey, Pjaca e il baby Portanova

Nel secondo tempo Buffon torna in campo prendendo il posto di Szczesny, in campo anche il brasiliano Arthur, il croato Pjaca e Douglas Costa. Fuori Ronaldo e Kulusevski. Ramsey trova il 2-0 al 56’, ottimo inserimento e davanti a Lanni non sbaglia. I cambi continuano, dentro anche i giovani Nicolussi e Portanova, oltre a De Sciglio e Rugani. Pjaca firma il gol del 3-0 e sfiora poi anche il poker. Nel finale è scatenato Portanova, giovane di talento, autore di una doppietta.

La formazione della Juventus di Pirlo per l’amichevole con il Novara

Juve (3-4-1–2): Szczesny (46’ Buffon), Bonucci, Chiellini (46’ Demiral), Danilo (62’ Rugani), Cuadrado (62’ De Sciglio), McKennie (46’ Arthur), Rabiot (46’ Luca Pellegrini), Alex Sandro (62’ Nicolussi Caviglia); Ramsey (62’ Portanova); Kulusevski (46’ Pjaca), Ronaldo (46’ Douglas Costa).