16 Luglio 2020
11:29

Juventus, emergenza difesa: le condizioni di Chiellini, de Ligt e Bonucci preoccupano Sarri

Campanello d’allarme per la difesa della Juventus reduce dai nove gol subiti nelle ultime tre gare. Emergenza per i bianconeri che devono fare i conti con i problemi fisici di Chiellini, Bonucci e de Ligt, con Demiral reduce dal lungo stop per infortunio. Al momento l’unico integro è Daniele Rugani.
A cura di Marco Beltrami

Juventus irriconoscibile a livello difensivo nelle ultime tre partite. I nove gol subiti contro Milan, Atalanta e Sassuolo sono la fotografia perfetta del momento no del reparto arretrato dei bianconeri. Come se non bastasse Sarri deve fare i conti con una vera e propria emergenza legata alle condizioni fisiche dei suoi difensori: al momento l'unico in perfetta forma è Daniele Rugani, alla luce dei problemi accusati da Chiellini, de Ligt e Bonucci, con Demiral che al Mapei Stadium è tornato in panchina dopo il lungo stop.

Juventus, emergenza difesa: le condizioni di Chiellini, de Ligt e Bonucci

Campanello d'allarme per la difesa della Juventus. Maurizio Sarri rischia di ritrovarsi con le pedine contate in vista del rush finale della stagione che inizierà dalla super sfida contro la Lazio. Una situazione che rischia di complicare ulteriormente i piani di una squadra che dopo quattro partite senza gol, post-lockdown ne ha incassati 9 in tre. E pensare che solo pochi giorni fa, c'era grande ottimismo sulla possibilità di recuperare in primis capitan Giorgio Chiellini, reduce dall'ennesimo stop muscolare. Sarri ha deciso a sorpresa di puntare su di lui nelle vesti di compagno di reparto di de Ligt contro il Sassuolo per lasciare a riposo Bonucci alle prese con un fastidio al tallone. Chiellini ha alzato bandiera bianca dopo soli 45′ con il tecnico che nel post-partita ha dichiarato: "Chiellini sembrava stesse bene, poi ha avuto un indurimento al polpaccio e così lo abbiamo tenuto fino all’intervallo. Forse è stato troppo presto. Senza Bonucci ci faceva comodo un giocatore di personalità".

Quel "forse è troppo presto" lascia presagire dunque l'impossibilità nell'immediato di puntare su Chiellini che probabilmente sarà lasciato a riposo anche in vista del finale di stagione e del ritorno in Champions. La speranza è che Bonucci possa recuperare al più presto, visto che anche de Ligt è tutt'altro che al top: il centrale olandese anche contro il Sassuolo ha rischiato di uscire per ben due volte a causa del problema alla spalla. Lo staff medico della Juventus ha cercato di rimediare al problema, con l'ex Ajax che dal canto suo ha stretto i denti resistendo al dolore. Le sue condizioni sono un'incognita e il rischio di un'uscita anticipata anche durante le prossime partite è da prendere in considerazione.

In Emilia si è rivisto in panchina Demiral reduce da un lungo stop a causa dell'infortunio al ginocchio. Ci vorrà del tempo per il turco, per non correre il rischio di una ricaduta, con Sarri che dovrà gestirlo, permettendogli di riprendere a poco a poco feeling con il terreno di gioco e i contrasti. Al momento dunque l'unico perfettamente integro è Daniele Rugani, che però non sembra giovare della totale fiducia del mister che anche ieri ha deciso di schierare un Chiellini non al top, al suo posto prima di tornare sui suoi passi nel secondo tempo.

"Difendere è un'altra cosa": de Ligt ancora non ha capito come giocare nella Juve
"Difendere è un'altra cosa": de Ligt ancora non ha capito come giocare nella Juve
La rivincita di de Ligt: "Ho ricevuto tante critiche, ma vincere è l'unica cosa che conta"
La rivincita di de Ligt: "Ho ricevuto tante critiche, ma vincere è l'unica cosa che conta"
Anguissa mangia pasta asciutta, il Napoli ha un nuovo idolo: la risposta a Bonucci e Chiellini
Anguissa mangia pasta asciutta, il Napoli ha un nuovo idolo: la risposta a Bonucci e Chiellini
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni