La Juventus torna alla vittoria superando per 2-0 il Brescia in una partita mai realmente in discussione, controllata sin dal primo minuto dei bianconeri, non particolarmente brillanti sul piano del gioco ma efficaci quanto serve. Senza Cristiano Ronaldo, lasciato ai box da Sarri, sono stati Dybala e Cuadrado (schierato nel tridente) a decidere l'incontro che ha segnato il ritorno in campo di Giorgio Chiellini.

Dybala stappa la partita

La Juventus senza Cristiano Ronaldo si affida soprattutto alla creatività di Dybala e Cuadrado per costruire situazioni interessanti in attacco. I due si muovono molto, a volte si scambiano anche posizione, ma nonostante il predominio costante della Juve il Brescia riesce a reggere la pressione senza grande sofferenza. I bianconeri faticano a produrre occasioni degne di nota, a conferma di un momento non esaltante sul piano del gioco. La provvidenza, però, viene in soccorso della Vecchia Signora sotto il nome di Ayè: il giocatore del Brescia rimedia due ammonizioni nel giro di tre minuti e lascia le Rondinelle in 10. Sugli sviluppi del calcio di punizione che gli è costato il cartellino rosso, Dybala pennella una traiettoria delle sue e porta in vantaggio la Juventus nel momento più delicato dell'incontro.

Infortunio per Pjanic, rientra Chiellini

La ripresa è di facile gestione per una Juventus avanti nel punteggio e in superiorità numerica. Il Brescia, dalle parti di Szczesny, combina poco. La squadra di Sarri non forza i ritmi ma si limita a controllare una partita che offre già tutto quello che conta: i tre punti. E il raddoppio, cercato quasi pigramente, arriva con Cuadrado nei minuti in cui il tema della partita erano diventati gli infortuni. Quelli nuovi, con Pjanic ko dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo, e quelli messi alle spalle, come nel caso di Chiellini, rientrato dopo quasi sei mesi di assenza. Buone e cattive notizie per la Juve in vista delle prossime settimane, quelle che decideranno buona parte di stagione.

Juventus-Brescia 2-0: il tabellino

RETI: 39′ Dybala, 75′ Cuadrado

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Danilo, Rugani, Bonucci (78′ Chiellini), Alex Sandro; Ramsey (65′ Pjanic, 73′ Matuidi), Bentancur, Rabiot; Cuadrado, Higuain, Dybala. All.: Sarri

BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso (10′ Andrenacci); Sabelli, Mateju, Chancellor, Martella; Bisoli, Dessena, Bjarnason (80′ Ndoj); Zmrhal (90′ Skrabb); Balotelli, Ayè. All.: Lopez

ARBITRO: Chiffi

AMMONITI: Bonucci, Higuain, Bentancur (J)

ESPULSO: Ayè al 37′