Il conto alla rovescia per l'arrivo di Christian Eriksen è iniziato. Il centrocampista danese è atteso a Milano nelle prossime ore, quando sbarcherà in città per sottoporsi alle visite mediche e poi firmare il contratto fino al 2024 con l'Inter. È un'operazione di mercato molto importante sia per le proporzioni economiche (20 milioni di euro il costo del cartellino in virtù dell'accordo in scadenza a giugno col Tottenham) sia per la statura tecnica e tattica del calciatore.

Marotta: fiducia per l'arrivo di Eriksen

L'amministratore delegato dell'Inter, Giuseppe Marotta, ha ribadito grande fiducia e ottimismo al riguardo nell'intervista rilasciata poco prima della gara contro il Cagliari.

Non ci nascondiamo dietro ad un dito – ha ammesso Marotta -. È da tempo che stiamo negoziando con il Tottenham. Sono ottimista e spero che si possa concludere il più in fretta possibile. Sono fiducioso che si possa risolvere già nei prossimi giorni. Arriva un buon giocatore, poi sulle dinamiche di questa finestra di mercato ragioniamo e vedremo con gli altri dirigenti.

La "replica" a Conte sugli acquisti

Marotta torna anche sulle parole di Antonio Conte. Durante la conferenza stampa di vigilia della gara contro i sardi aveva destato scalpore il riferimento alle recenti operazioni di mercato effettuate dal club. "Tanti nuovi acquisti? Mica abbiamo preso mezzo Real Madrid…", è la frase apparsa come una nota stonata.

I nuovi arrivi sono professionisti importanti – ha aggiunto Marotta, che ha scelto un profilo basso rispetto alle affermazioni del suo allenatore evitando di innescare polemiche -. Bisogna dare loro il giusto tempo per ambientarsi. Le parole di Conte? Secondo me ha fatto dichiarazioni realistiche e normali, che fanno parte della dinamica comunicativa di un allenatore molto bravo e preparato.