Quella tra Inter e Brescia era una partita importanti per le ambizioni, diverse, dei due club in questa fase finale di campionato ma sullo sfondo del match c'era la trattativa tra i due club per il gioiellino Sandro Tonali. Il centrocampista delle Rondinelle è uno degli obiettivi del club nerazzurro per la sessione di mercato attuale e le trattative tra i due club sarebbero ben avviate. Dopo Hakimi, Conte vorrebbe rinforzare ancora la zona centrale del campo e insieme alla società avrebbe individuato in Tonali il profilo giusto per far crescere il livello della sua linea mediana.

Intanto Suning oggi si è fatta prendere la mano in vista del match di San Siro e nella locandina di presentazione realizzata dalla tv cinese per la partita valida per la 29a giornata ha disegnato su una carta da gioco Tonali con la maglia nerazzurra e Conte con un violino in mano. In merito a questa situazione si è espresso ai microfoni di Dazn Beppe Marotta, amministratore delegato nerazzurro:

Suning ha “annunciato” Tonali rappresentandolo in una foto con Conte? Credo abbiano solo dipinto il giocatore più giovane della partita, se gioca. È un auspicio di gioventù che l’Inter vuole avere per l’anno prossimo. Tonali non piace solo a me ma a tutti quelli che amano il calcio. I rapporti con Cellino sono ottimali, ma non ci siamo ancora relazionati.

Marotta: Accordi per Moses e Sanchez

Il dirigente dell'Inter ha parlato chiaramente di Sandro Tonali, obiettivo dichiarato della società nerazzurra, e del mercato in generale con gli accordi per Moses e Sanchez raggiunti col Manchester United:

Per il mercato c’è tempo e voglia di parlarne più avanti. Per Moses e Sanchez abbiamo raggiunto accordi in extremis per averli a disposizione con una logica differente l’uno dall’altro, ma nel primo incontro col Getafe ci saranno. Io avevo manifestato il mio dissenso per le anomalie.