Lorenzo Pirola sembra avere già di fronte a sé un futuro ben definito. Il difensore centrale dell'Inter, classe 2002, ha avuto l'occasione di scendere in campo per la prima volta in Serie A contro la Spal. Un esordio emozionante per un ragazzo che in pochissimi anni ha bruciato tutte le tappe. E' cresciuto e maturato nel settore giovanile dei nerazzurri e al suo quinto ann0, ha coronato il sogno di giocare in Serie A. Da piccolissimo, nel 2014 fu scartato dal Como che si accaparrò invece il fratello gemello Samuel, portiere, oggi attualmente impiegato nell'Under 18 del Torino. Oggi la sua grande rivalsa già però in parte ottenuta quando partecipando agli Europei Under 17 nel 2019 si distinse come uno dei migliori giocatori della manifestazione andando anche in gol contro il Paraguay. Oggi si allena con De Vrij e Skriniar e, forte di un sinistro educato e pulito ma anche di una capacità d'anticipo e duello aereo non indifferente, fa tesoro dei consigli e dell'esperienza dei centrali nerazzurri per crescere e spiccare il volo in maniera definitiva.

Chi è Lorenzo Pirola: il difensore classe 2002 che ha esordito con l'Inter

Solo 10′ ha giocato al ‘Mazza' di Ferrara il giovane Lorenzo Pirola. Pochi sì, ma abbastanza per fargli assaporare la Serie A per la prima volta. Un primo assaggio, concessogli da Antonio Conte che sullo 0-4 l'ha voluto premiare senza troppi rischi. Disciplinato in allenamento dal sinistro fine, Pirola ha messo in mostra qualità importanti che in allenamento hanno colpito molto il tecnico nerazzurro. La sua bravura sta anche nel fatto che riesca a leggere al meglio le giocate, dote che lo porta spesso all'anticipo dell'avversario.

Che bello! Un sogno diventato realtà.🖤💙 #esordio #serieA #LP31

A post shared by Lorenzo Pirola (@lorenzopirola_6) on

Dotato di un fisico importante che gli permette di duellare al meglio con gli avversari nel gioco aereo, Pirola sembrerebbe il profilo perfetto per adattarsi nella difesa a tre di Conte. Il tecnico nerazzurro non ha mai escluso possibilità ad alcun giocatore, tant'è che anche lo stesso Bastoni è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante nell'11 titolare. E non è detto che anche Pirola, fra qualche anno, possa percorrere la stessa strada del centrale ex Parma. Il giovane Lorenzo ha voglia di sfondare e la prima presenza contro la Spal può rappresentare solo l'inizio di una nuova grande storia di talenti italiani da raccontare.