Rottura del legamento crociato del ginocchio destro. Per Gerard Deulofeu la stagione è finita sabato sera, durante la gara di campionato contro il Liverpool. Il Watford ha battuto i Reds per 3-0 – interrompendo così una striscia di ben 44 risultati utili consecutivi – ma il brutto infortunio capitato all'esterno spagnolo ha smorzato l'entusiasmo per l'impresa compiuta. Quanto tempo dovrà star fuori? Non meno di sei mesi. Molto dipenderà dall'evoluzione della riabilitazione che inizierà dopo l'operazione ma l'ex di Milan ed Everton non potrà tornare in campo prima di settembre.

Deulofeu ko in un contrasto con van Dijk

Come si è fatto male Deulofeu? Nell'occasione il calciatore è stato davvero sfortunato, come si evince dalle immagini che hanno mostrato la dinamica dell'incidente: non c'è stato alcun contatto traumatico con van Dijk – il difensore olandese per stazza lo avrebbe sovrastato – ma solo il tentativo di anticipare l'avversario in velocità per sottrargli il pallone.

L'ex rossonero, però, ha messo male il piede per terra, s'è sbilanciato e – nella caduta – ha fatto leva con tutto il peso del corpo sull'articolazione. È stato allora che il ginocchio "s'è girato": il dolore è stato fortissimo, il giocatore è caduto sul terreno di gioco ed è rimasto disteso sul prato. Ha richiamato subito l'attenzione della panchina: poco dopo, soccorso dallo staff medico, è stato trasportato fuori in barella.

Primo grave infortunio della carriera

È il primo grave infortunio della carriera. Finora Gerard Deulofeu non aveva mai sofferto di problemi particolarmente seri e né registrato periodi di assenza molto lunghi. Sette gare saltate e 51 giorni di stop nel 2018 (lesione al piede) è stato il lasso di tempo maggiore che lo ha visto lontani dai campi. Per trovare una situazione simile bisogna risalire alla stagione 2013/2014 (infortunio muscolare alla coscia, 10 match saltati).