21 Luglio 2021
9:05

Il VAR sbaglia e scoppia la rissa: scontri tra giocatori del Boca Juniors e polizia brasiliana

La polizia brasiliana è intervenuta con i gas lacrimogeni e lo spray urticante per sedare la rissa tra i giocatori di Atletico Mineiro e Boca Juniors ma l’effetto creato è stato esattamente l’opposto: nel tunnel degli spogliatoi sono volate transenne e altri oggetti. Una brutta vicenda per la Copa Libertadores e la CONMEBOL.
A cura di Vito Lamorte

L'Atlético Mineiro ha eliminato il Boca Juniors agli ottavi di finale di Copa Libertadores, in una sfida caratterizzata dalle polemiche su alcune decisioni prese dal VAR, ma la sfida del Mineirão di Belo Horizonte non rimarrà alla storia per questo: dopo il fischio finale si sono verificati gravi incidenti tra i calciatori del club argentino e la polizia brasiliana, che hanno creato un grande dibattito in tutto il continente sudamericano e lasciato un certo sconcerto per l'accaduto. I calciatori Xeneizes sono entrati in contatto con la polizia locale dopo un diverbio nel tunnel degli spogliatoi con gli avversari che è subito degenerato: in quel momento è intervenuta la forza pubblica, che ha utilizzato anche dei gas lacrimogeni e gas urticante ma la situazione era già fuori controllo.

Gli argentini hanno risposto lanciando transenne, hanno distrutto un amplificatore e hanno lanciato qualsiasi cosa fosse presente nel tunnel contro i rivali. Una bruttissima immagine. La polizia ha minacciato di arrestare due dei giocatori del Boca Juniors in Brasile e ha richiesto le immagini delle telecamere di sicurezza per cercare di identificare gli altri responsabili dell'accaduto. Sul posto anche Jorge Bermúdez e Raúl Cascini, membri del Consiglio direttivo del Boca.

Secondo quanto riportato dall'ufficio stampa dell'Atlético Mineiro, i giocatori del Boca Juniors erano delusi per le decisioni prese dall'arbitro e hanno tentato di entrare nel spogliatoio avversario ma gli agenti della polizia militarizzata del Minas Gerais sono intervenuta per porre fine agli scontri usando tutti i mezzi a loro disposizione: alcuni membri della delegazione del Boca Juniors sono dovuti uscire dallo stadio per poter respirare dopo i gas rilasciati dagli agenti. Le immagini mostrano anche alcuni membri dell'Atlético Mineiro, tra cui il presidente del club brasiliano, Sergio Coelho, che lanciano delle bottiglie d'acqua verso gli argentini. Un vero e proprio caos.

Un membro delle forze di sicurezza brasiliane coinvolte negli scontri a TyC Sports ha detto che "non si possono confermare i nomi, ma tre giocatori sono stati identificati come aggressori". I giocatori del Boca Marcos Rojo, Sebastián Villa, Carlos Izquierdoz, Carlos Zambrano e Javier García; hanno testimoniato presso la stazione di polizia locale accusati di "danni materiali, aggressione e lesioni personali".  La conferenza stampa post-partita del club argentino è stata annullata dalla CONMEBOL, che attende il verbale degli arbitri per comminare le rispettive sanzioni.

La battaglia campale è arrivata dopo una partita tesissima tra le due squadre, alla ricerca della qualificazione ai quarti di finale della Copa Libertadores. Come nella gara d'andata, il Boca Juniors si è visto annullare un gol dal VAR e questa situazione ha fatto per il controllo alla squadra di Miguel Angel Russo.

Boca Junior, violenta rissa tra giocatori e polizia
Boca Junior, violenta rissa tra giocatori e polizia
93 di Sport Viral
Il portiere tira il rigore decisivo col rosario in mano: il calcio è fede, il Boca va a casa
Il portiere tira il rigore decisivo col rosario in mano: il calcio è fede, il Boca va a casa
"Questi spostamenti sono una follia": Schick critica l'UEFA per la scelta di giocare a Baku
"Questi spostamenti sono una follia": Schick critica l'UEFA per la scelta di giocare a Baku
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni