Il Leicester ha scritto la storia per la seconda volta in pochi anni: dopo il capolavoro firmato da Claudio Ranieri con la vittoria della Premier League nella stagione 2015-2016, le Foxes di Brendan Rodgers hanno battuto per 1-0 il Chelsea e si sono aggiudicati la FA Cup per la prima volta nella storia del club. A mettere la firma sulla finale di Wembley è stato uno straordinario gol di Youri Tielemans, che poco dopo l'ora di gioco ha fulminato Kepa con un tiro dai 25 metri che si è insaccato all'incrocio dei pali e rimarrà impresso nelle menti dei tifosi, dello staff e dei proprietari del club per il resto della loro vita.

Il match disputato davanti  più di 20mila persone nell'impianto londinese è stato molto tirato e ha visto il Leicester assicurarsi la vittoria grazie alla prodezza del centrocampista belga e alle parate straordinarie di Kasper Schmeichel, che ha respinto tutti gli attacchi della squadra di Thomas Tuchel. Nel finale i Blues avevano trovato il gol del pareggio con l'ex Ben Chilwell ma l'arbitro Michael Oliver ha annullato per fuorigioco millimetrico proprio del laterale inglese. Scena incredibile a Wemebley: urlo ricacciato in gola ai tifosi del Chelsea e grande gioia per i sostenitori delle Foxes.

Grande commozione al triplice fischio e persino Jamie Vardy, che ha scritto la pagina più importante nella storia di questo club, ha ceduto a qualche lacrimuccia: dopo essere diventato l'unico giocatore a partecipare a tutti i turni della FA Cup, dal preliminare alla finale, Vardy ha trovato un finale da favola alzando il trofeo più antico del calcio. Aiyawatt Srivaddhanaprabha ha dedicato il trionfo al padre, Vichai Srivaddhanaprabha, scomparso nel 2018 per un incidente di elicottero.

Martedì il Leicester andrà a giocare in casa del Chelsea un match che può valere l'accesso alla prossima Champions League ma oggi è stata un'altra giornata storica per il club delle Midlands Orientali, che aveva partecipato per quattro volte alla finale della Coppa d'Inghilterra ma non era mai riuscito a vincerla.