Il Napoli vuole iniziare il 2020 con le idee chiare soprattutto sul destino di Mertens e Callejon. I due giocatori hanno entrambi il contratto in scadenza a giugno. Il club di De Laurentiis ha presentato sia al belga che allo spagnolo un'offerta e vorrebbe far firmare a tutti e due il rinnovo contrattuale. Ma l'accordo con è stato trovato e adesso i partenopei vogliono stringere i tempi e a Mertens e Callejon hanno chiesto una risposta definitiva.

L'offerta del Napoli a Mertens per il rinnovo

Secondo quanto scrive il ‘Corriere dello Sport' la trattativa con Mertens è quella meno complicata. Al secondo bomber all time dei partenopei la società ha offerto un contratto biennale, con lo stesso stipendio, da 4,2 milioni di euro, che percepisce attualmente, più bonus. Mertens vorrebbe un triennale e dei bonus più elevati. Il giocatore che vuole chiudere la stagione in azzurro ha ricevuto moltissime offerte, incluse quelle dell'Arsenal e dell'Inter, al Borussia avrebbe già detto di no.

Il Napoli ha offerto un biennale a Callejon

Più difficile trovare l'accordo con José Callejon, che compirà, come Dries Mertens, trentatré anni l'anno prossimo. Il Napoli a Manuel Garcia Quilon, l'agente dello spagnolo, ha proposto un biennale a 3,5 milioni netti, la stessa cifra che guadagna già ora l'ex Real, che però avrebbe chiesto un netto aumento e vorrebbe superare i 4 milioni di euro d'ingaggio. Anche Callejon chiuderà sicuramente la stagione con il Napoli, ma se non rinnoverà dal prossimo 1° febbraio avrà la possibilità di firmare con un nuovo club. Ben note le offerte cinesi a Callejon, che sarebbe stato anche contatto dal Milan, che a costo zero prese anche un ex Napoli, Pepe Reina. Sia Mertens che Callejon sono chiamati a decidere, il Napoli attende una risposta.

Le trattative di mercato del Napoli

Il club di De Laurentiis ha già messo le mani su Amrabat e Rrahmani del Verona, ma entrambi non arriveranno in questa sessione di mercato. Probabilmente invece verrà acquistato lo slovacco Lobotka del Celta Vigo, che sarà il nuovo regista della squadra guidata da Gattuso, sfuma così in modo quasi definitivo l'idea Torreira.