"Milano non ha Re, ma ha Dio". Zlatan Ibrahimovic stava aspettando da mesi di poter rispondere a Romelu Lukaku e il giorno dopo la vittoria del derby di Milano per 2-1 del Milan sull'Inter ha postato su Instagram il suo pensiero. Il campione svedese non aveva digerito il commento ("C'è un nuovo Re in città") del suo ex compagno di squadra ai tempi del Manchester United dopo il derby di febbraio, quando i nerazzurri vinsero per 4-2 in rimonta, e dopo aver fatto calmare le acque ha espresso il suo punto di vista sulla gara di ieri.

Il numero 11 del Milan è stato protagonista della stracittadina con due gol e una prova straordinaria, dal punto di vista tecnico e sotto il profilo della volontà: Zlatan dopo aver realizzato due gol alle prime due palle giocabili ha combattuto contro i tre difensori dell'Inter da solo su tutti i lanci dei suoi difensori e ha lottato come un leone fino al triplice fischio nonostante il suo stato di forma non fosse ottimale. Ibrahimovic  è guarito dal Covid-19 da pochi giorni ma ha raccontato di aver fatto tamponi ogni tre giorni per poter essere a disposizione di Stefano Pioli per il derby: l'ex Galaxy aveva voglia di giocare la stracittadina e di essere protagonista. Ci è riuscito alla grande.

Nelle scorse ore era arrivata la risposta a Lukaku già dall'account ufficiale del Milan, che aveva pubblicato un post scrivendo "There can be only one" ("Ci può essere solo un re"), e dopo qualche ora anche Zlatan ha voluto pubblicare la sua personale rivincita al numero 9 dell'Inter. Big Rom avrebbe potuto raffreddare gli animi di Ibra se avesse pareggiato nel finale di gara dopo aver accorciato le distanza sul finire del primo tempo ma la sua conclusione è terminata fuori e Zlatan ha potuto consumare la sua vendetta personale su di lui e sulla sua ex squadra.

Milano never had a king, they have a GOD

A post shared by Zlatan Ibrahimović (@iamzlatanibrahimovic) on