A poche ore dalla notizia del secondo contagio in casa Juventus, quello di Blaise Matuidi, anche il club scaligero ha dovuto comunicare ai tifosi la positività di un suo giocatore. "Hellas Verona FC comunica che Mattia Zaccagni è stato sottoposto ad esami medici che hanno evidenziato la sua positività al Coronavirus-COVID-19. Il calciatore, così come tutta la squadra, prolungherà il già attivato isolamento volontario domiciliare sino al prossimo 25 marzo, continuando ad essere monitorato. Zaccagni sta bene: nei giorni scorsi ha avuto solo qualche linea di febbre".

Le parole del patron gialloblù

Per la società del presidente Setti, si tratta del primo caso accertato di giocatore contagiato dal Coronavirus. Nei giorni scorsi aveva dovuto ricorrere all'isolamento volontario anche lo stesso patron gialloblù: "Sto bene e non sono preoccupato per me stesso, quanto per tutto il resto, che spero davvero si risolva al più presto e nel miglior modo possibile – aveva spiegato Setti alla stampa – Ero a Genova a seguire la partita del Verona con la Sampdoria ma non sono andato negli spogliatoi e non ho avuto contatti particolari con i calciatori".

"Per precauzione, ad ogni modo, hanno inserito anche me nella lunga lista di persone che devono osservare i 14 giorni di isolamento volontario, come prevedono i protocolli in questi casi. Dobbiamo combattere e ce la faremo a uscire da questa emergenza sanitaria, che diventa anche un grosso problema economico. Ma al momento non possiamo fare niente se non restare in casa e sperare che queste misure bastino a frenare l’epidemia nel minor tempo possibile".