317 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Hakimi sbaglia un rigore, Marocco fuori dalla Coppa d’Africa: si avvera la profezia di Antonio Conte

Il Marocco è stato eliminato dal Sudafrica negli ottavi della Coppa d’Africa, nel finale Hakimi ha avuto la chance di mettere in parità l’incontro ma ha sbagliato un rigore. A distanza di quasi tre anni si è avverata la profezia di Conte: “L’importante è che non tiri i rigori”.
A cura di Alessio Morra
317 CONDIVISIONI
Immagine

Un'altra eliminazione eccellente in Coppa d'Africa. Dopo il Senegal, grande favorito, è uscito anche il Marocco, che dopo il quarto posto dell'ultimo Mondiale aveva grandi ambizioni. E invece i Leoni dell'Atlante sono usciti addirittura agli ottavi di finale, eliminati dal Sudafrica, con un finale beffardo. Perché con un rigore il Marocco ha avuto la chance di rimettersi in parità, ma Hakimi ha calciato malissimo. Così si è avverata anche la profezia di Antonio Conte, che ai tempi dell'Inter usò parole nettissime per definire l'Hakimi rigorista.

Mai come quest'anno il Marocco era convinto dei propri mezzi. Poco più di un anno fa la squadra guidata da Regragui eliminò Spagna e Portogallo, oltre al Belgio nel gironi, e chiuse Qatar 2022 al quarto posto. Il tabù dei quarti di finale in Coppa d'Africa sembrava poter cadere, ma anche questa volta il piazzamento tra le prime quattro (che manca dal 1980) non arriverà. Negli ottavi il Marocco è stato eliminato dal Sudafrica, guidato da Hugo Broos, che si è imposto molto a sorpresa per 2-0.

Immagine

Il finale di partita è stato pepato. L'arbitro all'84' assegna un rigore ai marocchini, dal dischetto si presenta Hakimi, che un rigorista non è, nonostante abbia i piedi buoni e veda con puntualità la porta (quest'anno ha già segnato 4 gol). L'ex nerazzurro in carriera si era presentato dal dischetto solo una volta, sempre con il Marocco in un match di Qualificazioni ai Mondiali. Quella volta sbagliò. La responsabilità se la prende, il penalty lo tira malissimo, il pallone prende una traiettoria alta, tocca la traversa e finisce fuori. Addio sogni di gloria. Poco dopo viene espulso Amrabat e il Sudafrica raddoppia pure.

Delusione enorme per il Marocco, che rimarrà nella storia di questa competizione a questo punto, oltre che per questo rigore, per aver salvato i padroni di casa della Costa d'Avorio. Hakimi sentirà certamente sulle sue spalle il peso dell'errore dal dischetto. Ma non è certo tutta colpa sua, visto che l'esterno del PSG rigorista non è. E risuonano forti le parole che pronunciò Antonio Conte. L'allenatore, che da lì a poco avrebbe vinto lo Scudetto, dopo un Inter-Verona del 2021 disse: "Hakimi? L‘importante è che non tiri i rigori. Sulle punizioni abbiamo visto che ha delle capacità balistiche da lontano importanti".

Immagine

Per ribadire il concetto e dargli forza aggiunse: "Però lo vedo a fine allenamento quando si ferma a tirare i rigori insieme agli altri e penso che se dovessimo in qualche competizione arrivare alla fine devono morire tutti prima di far tirare il rigore a Hakimi, è una pippa veramente, peggio di me quando giocavo". 

317 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views