Il Barcellona sta vivendo il momento peggiore degli ultimi dodici anni. Sia chiaro nulla è perso. I catalani sono al secondo posto in classifica e in corsa in Champions. Ma dopo il cambio d’allenatore, inopinato, le cose sono peggiorate, sia in campo che fuori e anche uno come Leo Messi, solitamente tranquillo, ha perso le staffe attaccando via social il d.s. Eric Abidal. Dopo quello sfogo l’argentino è sembrato allontanarsi dal Barcellona, e il suo nome è stato avvicinato a quello di squadre importanti, incluse l’Inter e il Manchester City. Ma Pep Guardiola ha bloccato sul nascere questa suggestione.

Leo Messi e il Manchester City

Dopo le parole dure di Messi nei confronti di Abidal il nome dell’argentino è tornato caldo sul mercato. In Inghilterra alcuni tabloid hanno scritto che l’argentino avrebbe iniziato a pensare al Manchester City, in cui gioca l’amico fraterno Aguero e che in panchina ha Pep Guardiola, l’allenatore che ha fatto fare il grande salto di qualità all’argentino.

Guardiola parla del futuro di Leo Messi

A due giorni dalla partita di Premier League con il West Ham, Guardiola si è presentato in conferenza stampa  e ha dovuto rispondere anche a una domanda su Messi. E parlando del suo ‘vecchio’ allievo ha detto due cose chiarissime: “Non parlerò di giocatori di altri club”, una frase classica, e soprattutto ha auspicato la permanenza di Messi al Barcellona:

Lui è un giocatore del Barcellona, rimarrà dove sta, questo è il mio augurio. Credo che finirà la sua carriera dove è ora, è ciò che spero.

Guardiola e Messi al Barcellona

Quattro stagioni assieme, due Champions League vinte, oltre 200 gol, una media sproposita, più di cinquanta per ogni annata. Dire che Guardiola è stato decisivo per Messi è riduttivo. Sarebbe bello vederli assieme, ma sarebbe molto più romantico vedere Messi giocare solo con la maglia del Barcellona.