Il Milan per la prima volta dopo ventuno anni ha incassato cinque gol in una partita di Serie A. Come quella del 1998 con la Roma, anche questa con l’Atalanta si è chiusa sul 5-0. Un risultato pesantissimo. Al termine dell’incontro non è riuscito a trattenere le lacrime Gigio Donnarumma, portiere e simbolo di questo Milan, che a Bergamo non è mai riuscito a tirare in porta.

Atalanta-Milan 5-0

A Bergamo si è chiuso il 2019 del Milan, sconfitto per 5-0 dall'Atalanta. Non poteva terminare in modo peggiore l'anno per i rossoneri che hanno toccato davvero il fondo, incassando cinque gol nella stessa partita per la prima volta da ventuno anni a questa parte (e questa è solo la quarta volta in assoluto che il Milan perde con cinque gol di scarto in Serie A). E pure il momento era positivo, con sette punti ottenuti nelle ultime tre partite, per i rossoneri che sono però crollati sotto i colpi dell'Atalanta, veloce, pimpante e anche fresca a livello mentale. Gomez, Pasalic, Ilicic e Muriel i marcatori.

Donnarumma in lacrime al termine di Atalanta-Milan

Sul gol del colombiano un po' di colpe Donnarumma le ha, ma certo non può crocifiggersi per un errore arrivato quando il punteggio era già sul 4-0. Le lacrime di Donnarumma si spiegano però chiaramente. Va sempre ricordato che il portiere della Nazionale ha appena vent'anni, anche se è un veterano, e su di sé sente un fortissimo carico di responsabilità. Non è facile essere un predestinato. E se il Milan prende un'imbarcata anche il portiere, pur esente da colpe nelle prime quattro reti subite, finisce nel mirino. Il Milan con questa già in modo definitivo chiude la sua corsa Champions, questo era l'obiettivo a inizio stagione, ma ora i punti di ritardo dalla Roma, quarta, sono 14 (accumulati in 17 giornate).