13 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Flusso di scommesse sospette per il rosso a Bellomo del Bari, la Figc apre un’inchiesta

L’episodio avvenuto al 33° del secondo tempo della sfida dei playout di Serie B giocata il 23 maggio scorso. I movimenti registrati in alcune ricevitorie della zona di Bari, con una quota fino a 24 volte la posta.
A cura di Maurizio De Santis
13 CONDIVISIONI
Bellomo del Bari espulso dalla panchina nel ritorno dei playout Ternana-Bari.
Bellomo del Bari espulso dalla panchina nel ritorno dei playout Ternana-Bari.

Nicola Bellomo del Bari è stato espulso dalla panchina per un litigio con un raccattapalle avvenuto durante il ritorno dei playout di Serie B contro la Ternana, giocato il 23 maggio scorso. I pugliesi vinsero il match in Umbria e riuscirono a evitare la retrocessione in Serie C ma su quell'incontro adesso si allungano ombre inquietanti.

È successo al 33° del tempo e quel frangente ha generato movimenti sospetti a livello di puntate. Un flusso anomalo di scommesse direttamente legate a quell'episodio (ed effettuate prima della gara) ha spinto la Procura della Federcalcio ad aprire un'inchiesta sul cartellino rosso comminato al numero 10 dei ‘galletti'. Flusso registrato in alcune ricevitorie della zona di Bari, con una quota fino a 24 volte la posta.

Immagine

L'indagine sull'espulsione folle: in Rete gli screenshot delle giocate

Un'espulsione folle, così venne ribattezzato quello scatto di nervi del giocatore: incomprensibile, considerato il risultato (il Bari era in vantaggio per 0-3 e aveva messo la salvezza in cassaforte) e la discussione salita improvvisamente di tono con uno dei ragazzi a bordo campo.

L'indagine condotta da Giuseppe Chiné è appena iniziata – come spiegato dall'agenzia Lapresse -: il procuratore generale si muoverà di concerto con l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato per accertare cosa è realmente accaduto e se vi sono gli estremi per procedere con deferimenti oppure chiudere il caso con l'archiviazione. Al vaglio ci sono anche screenshot di bollette giocate online che erano rimbalzate sui social e in alcuni gruppi su WhatsApp.

Immagine

L'anomalia delle puntate: la vincita non può essere riscossa

C'è, però, un aspetto della questione che è già sul tavolo degli inquirenti: in linea di massima molti bookmakers che sono presenti sul territorio nazionale tendono a rimborsare questo tipo di puntate se il calciatore non è in campo al momento del provvedimento disciplinare (in questo caso, il cartellino rosso). E chi ha scommesso un po' di soldi su un evento del genere non percepirà alcuna vincita.

Altra considerazione: c'è stato sì uno strano flusso di quote e giocate sull'espulsione ma lo spostamento di denaro registrato non ha superato una determinata soglia oltre la quale la quantità degli importi alimenta il sospetto che c'è qualcosa di strano sotto. L'indagine della Procura proverà a far luce anche in un'altra direzione: verificare se le giocate sono stato effettuate anche su altri portali, che riconducono a piattaforme estere.

13 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views