Speriamo di mangiare il panettone prima di pensare al mercato. Non mi interessa il mercato ad oggi. Sono concentrato solo sul campo e non ho altre possibilità.

Vincenzo Montella non si nasconde e quella di domani contro la Roma potrebbe essere l'ultima partita come allenatore della Fiorentina. Il tecnico napoletano lo ha ammesso in conferenza stampa in maniera piuttosto chiara e si è soffermato sulla gara contro i giallorossi:

Una parte del mio cuore è a Roma. Mi ha dato tante gioie e tanti dolori sia in campo che da allenatore. Ci manca una vittoria in campionato, magari arriva domani e magari senza meritarmela troppo. Fonseca ha grandi idee e si è subito adattato al calcio italiano. Predilige il possesso palla anche se rischia qualcosina.

Sul rendimento un po' altalenante della squadra, l'allenatore della Viola ha affermato che la rosa non al completo non è l'unica giustificazione per le difficoltà

Io penso che la verità sta nel mezzo. Abbiamo fatto qualcosa in più in gran parte della stagione e nel.'ultima parte qualcosa in meno. Ci sono tante cause ma non perché la squadra non è allenata. La nostra squadra ha finito bene sia con il Torino che soprattutto contro l'Inter di Conte. Non è un discorso fisico. È psicologico probabilmente, non tecnico. Quando c'è un nuovo percorso, il momento peggiore è la seconda fase. Adesso c'è un assestamento che dobbiamo trovare. Dobbiamo trovare il nostro equilibrio.

Montella: Kalinic? A Firenze non sono graditi i ritorni

L'allenatore napoletano, infine, ha parlato del ritorno al Franchi di Nikola Kalinic:

Non mi sono spiegato bene: escono tanti nomi ma il mercato non lo faccio io che devo fare altro. Non si è lasciato bene a Firenze e che non sono graditi i ritorni è un altro dato di fatto che sto pagando anche io. Fatemi mangiare tranquillamente il panettone.