Il tormentone Eriksen presto potrebbe finire. Perché nel mercato di gennaio il danese, che recentemente si è lamentato anche pubblicamente della troppa panchina, potrebbe cambiare aria. L'amministratore delegato dell'Inter Beppe Marotta prima del match con il Torino ha detto chiaramente che l'Inter non tratterà alcun calciatore. Tradotto: se un giocatore chiederà di andare via sarà ceduto qualora arrivasse una buona offerta, queste le parole di Marotta a DAZN:

Non dobbiamo mai trattenere un calciatore quando chiede di essere trasferito. Eriksen si sta comportando da professionista, Conte lo deve utilizzare quando lo ritiene opportuno. Non sono arrivate particolari richieste dal giocatore ma, al momento opportuno, dobbiamo sfruttare le giuste combinazioni.

Le difficoltà di Eriksen con l'Inter

Eriksen è sempre stato un pesce fuor d'acqua all'Inter. Eppure il danese quando veste la maglia della sua nazionale segna tanto ed è sempre protagonista, come ha mostrato nelle partite disputate a ottobre e novembre. Ma nonostante ciò Conte non lo vede e gli preferisce tutti i centrocampisti a disposizione: da Barella a Vidal passando per Brozovic e Barella. L'ex del Tottenham ha realizzato solo un gol in Serie A, in una partita giocata contro il Brescia lo scorso luglio, terminata con il punteggio di 6-0. In quest'avvio di stagione il classe 1992 ha giocato circa 300 minuti, pochi.

Eriksen verso l'addio nel mercato di gennaio

Marotta dice che per il momento non sono arrivate offerte. Ma se Eriksen manifesterà realmente la volontà di essere ceduto è facile prevedere che parecchie squadre a gennaio busseranno alla porta dell'Inter. Si è parlato già di un interesse di Manchester United e Paris Saint Germain, ma anche di un ritorno di fiamma del Tottenham, capolista in Premier League.