Stephan El Shaarawy sarà il nuovo colpo di mercato della Roma. L'esterno, che aveva già vestito la maglia dei capitolini nelle stagioni 2015/2016 a 2018/2019, ritorna in Italia dopo essersi liberato dallo Shanghai Greenland Shenhua. Domani il giocatore effettuerà le visite mediche prima della firma sul suo nuovo contratto con il club di Friedkin. Un tira e molla durato praticamente dalla scorsa estate quando per un pelo l'ex Milan non riuscì a liberarsi dal club cinese.

Era l'obiettivo numero uno della dirigenza della Roma che aveva solo per un attimo cercato di trovare nuove alternative nonostante avesse preferito prendere un giocatore già pronto e che soprattutto conoscesse l'ambiente. El Shaarawy troverà una situazione di caos in questo momento con il caso Dzeko in piena evoluzione e la panchina del tecnico Fonseca che inizia a traballare. Sta di fatto che il giocatore, complice l'infortunio di Zaniolo e i diversi acciacchi di Pedro e Mkhitaryan, sarà utilissimo per l'allenatore portoghese nelle sue rotazioni tra campionato e coppa.

Stephan El Shaarawy alla Roma: per lui visite mediche e firma

Finalmente ‘Il Faraone' è tornato all'Olimpico. Solo 4 gol e 3 assist nell'esperienza in Cina per sentire subito nostalgia di casa, dell'Italia e della sua Roma, ma soprattuto dei tifosi giallorossi che hanno sempre mantenuto un grande ricordo di lui. El Shaarawy vuole riprendersi la Capitale e soprattutto spera di poter fare bene subito sperando poi di conquistarsi un posto per l'Europeo. Non sarà facile, e lui lo sa, ma il treno Friedkin passava ora e rappresentava l'unico e il solo da prendere per raggiungere quell'obiettivo.

È stata decisiva nella trattativa la figura del dell'agente del giocatore, nonchè suo fratello, che ha mediato con lo Shanghai per cercare una soluzione che potesse andare bene ad entrambe le parti. Appuntamento quindi a domani per il suo primo giorno da quasi giallorosso prima di mettere nero su bianco sul suo nuovo contratto. In programma infatti le visite mediche a Villa Stuart e probabilmente la corsa allo stadio per assistere a Roma-Spezia in cui mancheranno Pedro, Mkhitaryan e Dzeko.