Un tema caldissimo per il mondo del calcio è quello dell'assegnazione dei diritti tv del triennio 2021-2024 della Serie A. DAZN ha effettuato un'offerta molto importante, superiore a quella di Sky. La Lega deve prendere una decisione, potrebbe farlo molto presto e ora ha in mano un elemento in più. Perché dopo le prime indiscrezioni rilanciate dall'agenzia Bloomberg è arrivata la conferma ufficiale da parte della Tim sulla partnership con DAZN, questa la nota:

Con riferimento alle odierne indiscrezioni di stampa relative a un accordo tra TIM e DAZN per la distribuzione in streaming delle partite di serie A nelle prossime tre stagioni, TIM precisa che non è tra i partecipanti alla gara indetta da Lega Calcio per l’assegnazione dei diritti televisivi per il triennio 2021/2024;ha sottoscritto un’intesa volta a integrare l’accordo di distribuzione già in essere, anche nei termini economici, condizionata all’aggiudicazione a DAZN della gara di cui sopra. Ai sensi dell’accordo, TIM si qualificherebbe come operatore di telefonia e Pay Tv di riferimento per l’offerta dei contenuti di DAZN in Italia nonché per la partnership tecnologica. La collaborazione partirebbe da luglio 2021 e comprenderebbe tutta l’offerta di contenuti sportivi live e on demand di DAZN.

DAZN e Tim sfidano Sky

DAZN ha fatto una grande offerta per i diritti tv della Serie A, sul tavolo ha messo 840 milioni di euro a stagione, Tim potrebbe sostenere l'offerta del 40%, fornendo 340 milioni di euro a stagione in un accordo di distribuzione di contenuti, secondo quanto scrive Bloomberg. Garantendo la piattaforma streaming e la trasmissione in pay-tv Tim dà molta forza a DAZN. Venerdì prossimo ci sarà un'altra assemblea di lega che potrebbe definire ulteriormente il quadro, che a questo punto vede DAZN favorita per l'assegnazione dei diritti tv del prossimo triennio.