581 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Diawusie è morto a 25 anni, calcio tedesco sotto shock: aveva avuto problemi respiratori

L’ultima partita giocata risale a circa un mese fa, fu costretto alla sostituzione per il malessere accusato durante un match del torneo di terza divisione. Il club ne ha annunciato il decesso chiedendo rispetto per il dolore della famiglia.
A cura di Maurizio De Santis
581 CONDIVISIONI
Agyemang Diawusie deceduto all'età di 25 anni.
Agyemang Diawusie deceduto all'età di 25 anni.

Agyemang Diawusie è morto a 25 anni. Ufficialmente per "cause naturali", almeno è questa la versione trapelata nelle ultime ore. Ma oltre a quell'espressione così generica non c'è altra spiegazione che possa chiarire cosa abbia provocato realmente il decesso improvviso del calciatore di origine Ghanese che in Germania giocava con Jahn Regensburg (club della terza divisione).

L'ultima partita disputata risale al 4 novembre scorso: era in campo per la sfida contro il Monaco 1860 ma verso la fine del primo tempo fu costretto alla sostituzione. Il motivo? Non riusciva a respirare bene. Null'altro si è saputo sulle sue condizioni di salute, salvo apprendere la notizia ferale attraverso una nota della società di Ratisbona (in Baviera).

"Agyemang Diawusie è morto all'età di 25 anni – si legge nel comunicato – Il club è scioccato e profondamente rattristato da questo tragico evento. Il club si stringe intorno alla famiglia e agli affetti più cari per il dolore improvviso. A causa della terribile situazione e per rispetto verso la sua famiglia, chiediamo che la loro privacy sia rispettata".

Diawusie era un esterno offensivo, ruolo che alternava con la possibilità di ricoprire anche altre posizioni sul fronte d'attacco. Qualche anno fa (2015) è arrivato a un passo dalla grandezza con il trasferimento al Lipsia: ne ha indossato la maglia dell'Under 19 ma non è mai riuscito a farsi veramente largo in prima squadra. È stato forse il momento migliore, coronato anche con una presenza nell'Under 19 della Germania.

Fortuna Regensburg e Norimberga le società che hanno segnato le prime tappe della carriera prima del passaggio nel club che sotto l'egida della Red Bull s'è imposto anche all'attenzione europea. Ingolstadt, Dynamo Dresden e gli austriaci del SV Ried le altre esperienze fatte prima di passare in terza divisione vestendo la casacca dell'SpVgg Bayreuth e poi del Jahn Regensburg con il quale ha collezionato 12 presenze prima della morte che ha lasciato tutti sotto shock.

581 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views