Per effetto del decreto emanato dal governo per affrontare l'emergenza Coronavirus, è stato disposto il rinvio di tutte le attività sportive previste in Lombardia e Veneto per la giornata di domenica 22 febbraio. Tra queste, anche tre partite di Serie A: Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Inter-Sampdoria. Dopo la conferenza stampa del primo ministro Giuseppe Conte, nella quale sono state spiegate le direttive previste dal decreto anche in ambito sportive, è arrivata la conferma ufficiale sul rinvio di tutti gli eventi di sport previsti in Lombardia e Veneto. Incluse le tre partite del massimo campionato. In generale, il decreto governativo dà la possibilità al ministro dello sport di poter sospendere qualsiasi competizione sportiva nei tempi e nelle modalità ritenute più idonee in relazione alla situazione epidemiologica.

Coronavirus: partite rinviate in Serie A

"Abbiamo la determinazione – ha spiegato Conte in conferenza stampa – a sospendere tutte le manifestazioni sportive che sono programmate per domani nell'area del Veneto e della Lombardia, in accordo con il ministro dello sport Spadafora". Automaticamente, sono state rinviate a data da destinarsi tutte le gare di calcio in programma domani tra Lombardia e Veneto. In primis quelle di Serie A: Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Inter-Sampdoria (il posticipo che avrebbe chiuso il programma della 25ª giornata).

Il provvedimento è stato confermato pochi minuti dopo la conferenza di Conte dal sindaco di Milano, Beppe Sala: "Dal Consiglio dei Ministri riceviamo alcune prime istruzioni relative a misure da applicare a Milano. La partita Inter-Sampdoria di domani sera verrà dunque rinviata, così come tutti gli altri eventi sportivi programmati".

L'Inter ha confermato il rinvio della gara con la Sampdoria attraverso uno stringato comunicato pubblicato sul sito ufficiale:

"Si comunica che la partita di Serie A Inter-Sampdoria, prevista per domenica 23 febbraio alle ore 20.45 e valida per la 25ª giornata, viene rinviata a data da destinarsi".

Partite rinviate anche in Serie C

Non solo la Serie A è stata interessata dal provvedimento adottato dal ministro dello sport. Mentre in Serie B non erano previsti incontri con sede in Lombardia o Veneto, saranno quattro le partite di calcio rinviate in Serie C:

  • Arzignano Valchiampo-Padova
  • FeralpiSalò-Carpi
  • Giana Erminio-Como
  • Lecco Pro-Patria