106 CONDIVISIONI

Come è fatta e quanto vale la coppa della Champions League: storia e curiosità sul trofeo UEFA

In vista della finale di Champions tra Inter e Manchester City ecco le caratteristiche e la storia del trofeo dalle grandi orecchie, e i club che ne detengono l’originale.
A cura di Marco Beltrami
106 CONDIVISIONI

La finale di Champions League tra Inter e Manchester City mette in palio anche lo storico trofeo dalle grandi orecchie. La squadra di Inzaghi e quella di Guardiola si daranno battaglia a Istanbul con il sogno di alzare l'ambita coppa raccogliendo l'eredità del Real Madrid. Ma quali sono le caratteristiche del prestigioso trofeo della Champions, e qual è la sua storia? Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Quanto vale il trofeo della Coppa dei Campioni

Qual è il valore del trofeo della Coppa dei Campioni? Al momento non c'è una cifra perfetta, anche se si parla di un valore che si aggira intorno ai 130mila euro. Si parla in questo caso di quello originale, tutto realizzato in argento, e non della riproduzione che viene attualmente assegnata ai vincitori.

Com'è fatta e quanto pesa

Il trofeo della Champions League è iconico ed è riconosciuto anche come "Coppa dalle grandi orecchie". La versione originale è tutta d'argento, per un'altezza di 73,5 cm e un peso di 7.5 kg. Sono tre i componenti della Coppa, ovvero il piede che è la base, la tazza che ne rappresenta il corpo e infine le orecchie. La versione che viene consegnata alle squadre vincitrici è una riproduzione dell'originale, mix di argento e ottone, a grandezza naturale.

Il trofeo attuale è la quinta versione del modello con l'attuale design, commissionato inizialmente nel 1967 dal segretario generale UEFA Hans Bangerter e prodotto e disegnato a Berna nei pressi del quartier generale UEFA dal Jurg Stadelmann.

Una storia molto particolare questa con Jurg e suo padre Hans che riempirono di disegni i vertici dell'Uefa: "Io e mio padre Hans siamo andati da Bangerter e abbiamo coperto l'intero pavimento di disegni. Fece commenti come: ‘Ai bulgari piacerebbe il fondo della coppa, agli spagnoli piacerebbe quest'altro, mentre gli italiani preferirebbero quest'altro ancora e i tedeschi vorrebbero un dettaglio così Abbiamo messo insieme i pezzi, come in un puzzle. È un design formato da più parti". Quante ore ci sono volute per realizzare la Coppa? 340, con Stadelmann che rivelò: "Ricordo che doveva essere finito entro il 28 marzo, perché stavo per sposarmi e partire in luna di miele a Los Angeles. Io mi sono occupato dei lavori di rifinitura, mentre Fred Bänninger, l'incisore, l'ha terminata. In tempo, e sono contento di dirlo". Attualmente la Coppa della Champions League viene realizzata in Italia.

Quali squadre hanno la Coppa della Champions originale

Una regola introdotta dall'UEFA nel 1968/69 stabiliva che la Coppa originale della Champions diventava di proprietà della squadra capace di vincere o per un totale di cinque volte o per tre anni di fila (dopodiché si ripartiva da zero). A tutte le altre invece veniva consegnata una replica in scala leggermente inferiore e non completamente d'argento. In questo modo sono cinque le squadre che possono vantare di essere in possesso del trofeo originale, ovvero Real Madrid, Ajax, Bayern Monaco, Milan e Liverpool.

Il regolamento sul trofeo della Champions è stato però modificato prima del 2008/2009 in questo modo: "Il trofeo originale, utilizzato per la cerimonia di consegna ufficiale in finale e in altri eventi approvati dalla UEFA, rimane sempre di proprietà e nella disponibilità della UEFA. Alla squadra che vince la UEFA Champions League viene consegnata una replica in scala 1:1″.

Questo significa che il quinto titolo del Barcellona e il quinto del Real Madrid, arrivati nel 2015 e nel 2016 sono arrivati dopo il cambio. In pratica le formazioni che per la prima volta o si aggiudicano il quinto titolo complessivo o il terzo consecutivo, ricevono un particolare stemma d'onore da apporre sulla manica con una replica del trofeo a grandezza naturale.

106 CONDIVISIONI
Com’è fatto il trofeo della Coppa Davis e quanto vale l’Insalatiera più vistosa del tennis mondiale
Com’è fatto il trofeo della Coppa Davis e quanto vale l’Insalatiera più vistosa del tennis mondiale
Patric fa la linguaccia all'avversario: un gesto mai visto nella storia della Champions League
Patric fa la linguaccia all'avversario: un gesto mai visto nella storia della Champions League
Perché Camarda non può giocare in Milan-Borussia Dortmund di Champions League: gli mancano due cose
Perché Camarda non può giocare in Milan-Borussia Dortmund di Champions League: gli mancano due cose
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni