Liberarsi di Suso, Paquetà e Piatek. Accogliere Florentino del Benfica e Bernardeschi della Juventus. Ce la farà il Milan a condurre in porto queste operazioni in meno di una settimana dalla chiusura ufficiale delle trattative di mercato? La strada è tracciata, ed è questo il solco in cui si muoverà la diplomazia rossonera perché tutti i tasselli combacino e Pioli abbia a disposizione le pedine necessarie per tentare l'assalto alla zona Europa, magari anche a quella Champions che – da quando il "diavolo" ha rialzato la testa con Ibra – non sembra più solo un miraggio.

Via Piatek, si tenta il colpo Florentino in mediana

Tre cessioni per due innesti e fare anche un po' cassa. A cominciare dal polacco, Piatek: i contatti con il Tottenham sono ripresi, in Inghilterra hanno bisogno di trovare un'alternativa d'area di rigore a Kane infortunato; dalla Francia è il Psg ad aver manifestato interesse per l'ex Genoa. Situazione in evoluzione, può davvero accadere di tutto anche riguardo a Florentino Luis: talento classe '99 del Benfica, è un centrocampista (mediano) che ha ben impressionato per tecnica e fisicità. I costi sono proibitivi (ha una clausola rescissoria di 100 milioni di euro) ma l'obiettivo è portarlo a Milano con la formula del prestito per 18 mesi con diritto di riscatto fissato a circa 50 milioni.

Lo scambio Paquetà-Bernardeschi

Florentino Luis è solo il primo tassello, l'altro è costituito da Federico Bernardeschi della Juventus. Proprio l'ex della Viola è il secondo "Dioscuro" nell'idea di centrocampo rivoluzionato, che possa essere finalmente di lotta (grazie al pupillo portoghese) e di governo (grazie all'attuale calciatore bianconero). Come può arrivare a Milano? L'idea è imbastire uno scambio con la ‘vecchia signora' mettendo sul piatto Paquetà che a Torino potrebbe trovare quella collocazione che al momento nemmeno Ramsey è riuscito a espletare pienamente.

Tra il "dire e il fare" c'è di mezzo la logica delle cifre: e potrebbe essere questo l'intoppo principale considerato il conguaglio richiesto dai bianconeri per incoraggiare lo scambio. Secondo le ultime valutazioni, Bernardeschi ha una quotazione superiore (40 milioni) rispetto a quella del brasiliano, ex Flamengo (33 milioni).

Suso, cessione vicina col Siviglia: formula e cifre

Quante possibilità ci sono che l'affare vada in porto? Anzitutto, c'è da definire la cessione di Suso che sembra molto vicino al Siviglia: l'ex Liverpool partirà con la formula del prestito per 18 mesi con diritto di riscatto che diventerà obbligo al verificarsi di determinate condizioni. Operazione da 20, massimo 25 milioni di euro considerato il deprezzamento dello spagnolo.