Lo 0-3 subito in casa dalla Roma, non è stata l'unica nota amara per il Brescia e soprattutto per il suo patron, Massimo Cellino. Il Presidente delle ‘Rondinelle' infatti, è stato vittima di una tentata rapina. Secondo quanto raccontato da ‘La Gazzetta dello Sport', il tutto sarebbe accaduto domenica, il giorno successivo alla sconfitta della sua squadra contro i giallorossi di Fonseca. Nel mirino dei due malviventi, l'orologio che l'ex proprietario del Cagliari aveva al polso, trovandosi nei pressi di un supermercato nella provincia di Brescia. Scaltro e attento, Cellino è riuscito a sventare la rapina, rimediando però, una bella ferita al naso dovuta alla colluttazione con uno dei due ladri.

Cellino sventa una rapina a Brescia

Domenica amara e di paura per il Presidente del Brescia. Massimo Cellino infatti si era da poco recato al supermercato di Padenghe in provincia di Brescia, luogo in cui da poco tempo ha comprato casa. Pochi attimi per accorgersi di essere nel mirino di due malviventi intento a rapinarlo. Obiettivo dei ladri era l'orologio al posto del patron delle ‘Rondinelle'. Attimi di puro panico con lo stesso Cellino però scaltro a capire subito le intenzioni dei due. Un primo, gli si sarebbe comparso davanti con una moto, l'altro invece aveva il compito di strappare il prezioso oggetto.

Cellino ha però avuto la prontezza di reagire senza paura alcuna. Il Presidente del Brescia è infatti riuscito a reagire evitando che il malvivente riuscisse a strappargli l'orologio dal polso. Pochi secondi, ma decisivi per allontanare i due. Non solo la paura per Cellino, nonostante il coraggio, che ha rimediato, nel corso della colluttazione, anche un colpo al naso sbattendo contro la portiera dell'auto. Un brutto episodio per il Presidente del Brescia a cui va però il merito per aver reagito con grande coraggio e sangue freddo.