Animi caldissimi alla Fiorentina, che ha raccolto un solo punto nelle tre partite, e con Iachini torna a traballare (dopo appena quattro giornate). Nel corso della partita con lo Spezia c'è stato un duro battibecco tra il difensore Biraghi e il vice allenatore viola Giuseppe Carillo, storico collaboratore di Iachini. Sono volate parole grosse. Proprio il tecnico ha velocemente calmato Biraghi e Carillo. Ma questo episodio dimostra che lo spogliatoio non è tranquillo.

Durante la partita tra Spezia-Fiorentina c'è stato un acceso scontro verbale tra il difensore Biraghi e il vice allenatore Giuseppe Carillo, storico vie di Iachini – erano amici e compagni anche da calciatori ai tempi dell'Ascoli negli anni '80. Carillo ha dato delle indicazioni all'ex nerazzurro che ha risposto usando parole molto forti e ha detto: "Ma che c…o vuoi?". Iachini ha visto e soprattutto ha sentito tutto e ha cercato di calmare i due. Insomma episodi di questo tipo se ne vedono nei campi di calcio da sempre, ma questo testimonia che l'ambiente non è sereno. La posizione di Iachini che è eternamente messo in discussione non aiuta tutto il gruppo.

Fiorentina rimontata dallo Spezia

La Fiorentina ha perso le ultime due partite che aveva giocato, dopo aver vinto solo in avvio contro il Torino, e contro lo Spezia cercava di ritrovare i tre punti. L'avvio era stato eccezionale. Al 4′ il punteggio era di 2-0 per i viola con i gol di Pezzella su assist di Biraghi che poi ha trovato il raddoppio. I viola hanno avuto la pecca di non chiudere l'incontro e hanno subito la rimonta dello Spezia che così è salito a quattro punti in classifica, come la squadra di Iachini. Italiano ha festeggiato con i gol di Verde e Farias. E adesso la Fiorentina è chiamata a un cambio di passo, Iachini deve vincere. Perché su di lui ci sono già delle pesantissime ombre.