603 CONDIVISIONI

Balotelli senza giri di parole sugli episodi di Napoli-Inter: “La questione vera è una sola”

L’attaccante dell’Adana è intervenuto a commentare la direzione di gara dell’arbitro Massa. I vertici dell’Aia gli hanno dato un voto alto, Balotelli sbotta: “Sarei diventato pazzo”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Maurizio De Santis
603 CONDIVISIONI
I due episodi di Napoli-Inter che hanno sollevato forti perplessità sulla direzione di gara di Massa.
I due episodi di Napoli-Inter che hanno sollevato forti perplessità sulla direzione di gara di Massa.

Il gol di Calhanoglu contro il Napoli è stato bellissimo, come gesto tecnico, ma da annullare per il fallo di Lautaro su Lobotka. E su Osimhen c'era rigore. Mario Balotelli non usa giri parole per commentare i due episodi che, come ammesso dal ds Meluso, hanno condizionato la sfida del Maradona contro l'Inter.

I nerazzurri hanno vinto con merito (0-3) ma le valutazioni dell'arbitro Massa (e del Var) hanno sollevato forti perplessità. Non la pensano così i vertici dell'Aia, che al direttore di gara hanno dato un voto molto alto e ne hanno suggellato la prestazione con commenti positivi.

L'ex attaccante della Nazionale è di parere diametralmente opposto, nell'intervento a TvPlay su Twitch parla da uomo di campo, di chi certe situazione le ha vissute personalmente e non ha alcun dubbio nell'ammettere che quelle azioni erano viziate da una decisione di fondo sbagliata.

La trattenuta di Lautaro Martinez su Lobotka.
La trattenuta di Lautaro Martinez su Lobotka.

"Lautaro abbraccia e tira giù Lobotka, è fallo – dice Balotelli -. E non c'è dubbio che il gol andasse annullato. La questione vera è che il Var non è intervenuto, questo è assurdo rispetto alla decisione stessa dell'arbitro che non ha ravvisato scorrettezza. Sarebbe stato giusto andare a rivedere l'azione. A noi (l'Adana, ndr) non hanno convalidato una rete per una situazione simile".

Altra questione che ha lasciato il veleno tra i fondi di un match che, di fatto, ha scucito lo scudetto dal petto del Napoli. A -11 dalla vetta già a dicembre, è dura davvero ipotizzare al momento rimonte così clamorose da parte di una formazione che è ancora in evoluzione dopo l'esonero di Garcia e l'arrivo in corsa di Mazzarri.

La rabbia del ds del Napoli, Meluso, esplosa in diretta tv dopo la sfida del Maradona.
La rabbia del ds del Napoli, Meluso, esplosa in diretta tv dopo la sfida del Maradona.

Al netto delle difficoltà e delle considerazioni che si possono fare sulle condizioni di salute e le prospettive degli azzurri, Balotelli resta convinto anche di un'altra cosa: il contatto tra Acerbi e Osimhen era da sanzionare con un tiro dal dischetto o, comunque, andava revisionato anche questo al Var. È l'animo della punta che vien fuori quando sostiene l'irregolarità di quell'intervento.

"Divento pazzo, vado fuori di testa, se non mi danno un rigore del genere – aggiunge Super Mario -. Come si fa a dire che quello non è rigore? Il piede di Acerbi tocca la caviglia di Osimhen, il fallo c'è ed è netto. Quando un tacchetto ti colpisce sul tallone fa male. Non c'è stata alcuna simulazione da parte di Osimhen. Quell'azione andava rivista".

603 CONDIVISIONI
Gli episodi da moviola in Fiorentina-Inter: perché il Var non interviene su Lautaro e Bastoni
Gli episodi da moviola in Fiorentina-Inter: perché il Var non interviene su Lautaro e Bastoni
La polemica di Hummels contro il VAR dopo PSV-Borussia: "Contro Chelsea o PSG non sarebbe successo"
La polemica di Hummels contro il VAR dopo PSV-Borussia: "Contro Chelsea o PSG non sarebbe successo"
La moglie di Simeone attacca l'Inter dopo le parole di Lautaro sulla Supercoppa: poi cancella
La moglie di Simeone attacca l'Inter dopo le parole di Lautaro sulla Supercoppa: poi cancella
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni