Dopo la rotonda vittoria in Champions League, l'Atalanta si è fermata ancora in campionato. Al termine della gara con la Sampdoria, che ha messo a referto il secondo ko consecutivo in Serie A per i bergamaschi, Gian Piero Gasperini si è preso tutte le responsabilità di questo passo falso: "Oggi ho fatto un po' di cantiere ed esperimenti e quindi abbiamo perso un po' le distanze – ha spiegato a Sky il tecnico della Dea – Ho responsabilità sul risultato. I ragazzi hanno fatto un’ottima gara, ma alla prima occasione ci hanno fatto gol e dopo non abbiamo avuto la tecnica e la qualità per ribaltare il risultato".

"Questo è il prezzo che uno paga quando vuole inserire velocemente tanti giocatori – ha aggiunto Gasperini Non puoi pretendere che la squadra sia la stessa. L'obiettivo è far crescere anche gli altri giocatori perché siamo troppo pochi. Nei prossimi mesi cresceranno un po' tutti e potremo fare un bel girone di ritorno. Ora ci serve tempo necessario per inserire questi giocatori. Oggi comunque sul piano atletico abbiamo fatto cose buone, ma abbiamo perso qualità negli ultimi 20 metri. E per noi è un po' strano".

Gasperini alla ricerca dell'assetto definitivo

In attesa di tornare in campo in Champions League con l'Ajax, nel match in programma a Bergamo martedì prossimo, 27 ottobre, alle ore 21.00, il tecnico nerazzurro ha poi gettato acqua sul fuoco e rassicurato tutti i tifosi dell'Atalanta: "Sono convinto che faremo tanti punti, d'altronde siamo partiti bene conquistando tre vittorie di fila. Prima di trovare l'assetto definitivo c'è bisogno di qualche passaggio in più, ed è quello che probabilmente dobbiamo fare anche noi. Se non sei al meglio, in Serie A fatichi contro chiunque".