A ritmi serrati continua la trattativa tra la Juventus e il Barcellona, che lavorano allo scambio tra i centrocampisti Pjanic e Arthur. L'affare sembra aver ricevuto una sterzata perché il giocatore brasiliano, finito in panchina nelle ultime partite, ha fatto capire che accetterebbe il trasferimento in bianconero. La conclusione della trattativa potrebbe non essere troppo lontana, perché le due squadre se vogliono concludere lo scambio dovrebbero farlo entro il 30 giugno, per motivi di bilancio.

Perché Juventus e Barcellona ‘devono' concludere la trattativa entro il 30 giugno

La Juventus segue e vuole Arthur, un centrocampista che sarebbe perfetto per il 4-3-3 di Sarri. Mentre il Barcellona da tempo pensa a Pjanic, il centrocampo è uno dei reparti da rafforzare. I contatti tra le due società sono fitti, ma adesso tutto sembra essersi velocizzato. Perché se vogliono chiudere la trattativa devono fare presto i dirigenti delle due squadre, che proveranno a trovare l'accordo sulle cifre entro il 30 giugno, per motivi di bilancio. Se invece si supererà quella data allora forse l'affare salterà, e in modo definitivo.

Quando costano Pjanic e Arthur, che chiede un super ingaggio

La Juventus valuta Pjanic 70 milioni di euro, una cifra molta alta per il bosniaco che ha da poco compiuto trent'anni e che fu pagato la metà quattro anni fa. Arthur invece per il Barcelona costa 80 milioni di euro, costa di più anche perché è molto più giovane. Le due squadre potrebbero limare la distanza facendo uno sforzo per chiudere uno scambio quasi alla pari. Ma vanno definiti anche gli ingaggi. Perché se Pjanic sembra aver già trovato un'intesa quasi definitiva con il Barcellona, non si può dire la stessa cosa per Arthur, la Juventus gli ha proposto un contratto quadriennale da 5 milioni netti a stagione.