1.435 CONDIVISIONI
8 Settembre 2022
16:32

Arriva un messaggio Whatsapp sul telefono di Spalletti, è Cristiano Ronaldo: “Sei pronto?”

Cristiano Ronaldo al Napoli non era solo una boutade, nonostante le smentite dei diretti interessati. Il retroscena dello scambio di messaggi su Whatsapp tra CR7 e Spalletti.
A cura di Vito Lamorte
1.435 CONDIVISIONI

Cristiano Ronaldo al Napoli è stato uno dei tormentoni degli ultimi giorni di mercato ma, alla fine, non si è concretizzato. Il fuoriclasse portoghese è rimasto al Manchester United nonostante le difficoltà con la nuova guida tecnica di Erik ten Hag e i problemi a trovare una sistemazione solo dopo un anno dal ritorno all'Old Trafford. CR7 è stato accostato almeno ad una decina di squadre per tutta la sessione estiva di mercato ma non c'è mai stata una vera pretendente: la vera ansia del cinque volte Pallone d'Oro era la possibilità di non giocare la Champions League dopo più di dieci anni e, purtroppo per lui, questa stagione andrà così.

Nelle ultime settimane della campagna di trasferimenti si è parlato di questo piano da parte di Jorge Mendes di portare Ronaldo ai piedi del Vesuvio che aveva come attori il club partenopeo, il suo assistito e il Manchester United. In base ai progetti del potente agente lusitano i Red Devils avrebbero dovuto fare un'offerta per Victor Osimhen di 100 milioni di euro e in questa operazione doveva essere inserito anche Cristiano.

Un'idea che ha stuzzicato un po' tutte le parti in causa ma, alla fine, non si è concretizzato nulla: gli inglesi hanno sborsato proprio quella cifra all'Ajax per Antony e Ronaldo non ha trovato nessun altro disposto a farsi carico del suo ingaggio (30 milioni di euro). In Italia sarebbe stato offerto a Milan, Inter e anche alla Juventus ma la pista più percorribile sembrava davvero quella napoletana.

Proprio in merito a questa ipotesi si è espresso Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, poco prima dell'esordio in Champions League contro il Liverpool: "Non abbiamo mai parlato veramente di Ronaldo. Nel calcio con i se e i ma non si va da nessuna parte. Siamo contenti di chi abbiamo, abbiamo fiducia e una squadra competitiva. Che coppia sarebbe stata con Osimhen? Chissà…".

Sempre nei minuti precedenti alla sfida tra gli azzurri e i Reds, Alessandro Alciato, inviato di Prime Video al Maradona, ha fatto riferimento ad uno scambio di messaggi su Whatsapp tra Cristiano Ronaldo e Luciano Spalletti avvenuto nelle ultime ore di mercato con Mario Rui a fare da tramite. Il portoghese avrebbe scritto al tecnico del Napoli: “Ma tu hai voglia di allenarmi? Sei pronto?”. E l'allenatore avrebbe risposto: “Sì, sono pronto. Se vieni ti alleno molto volentieri”.

Dove sta la verità? Piano piano escono sempre più dettagli. Proprio Spalletti, in un'intervista rilasciata ad Amazon Prime Video poche ore prima della sfida contro i Reds, si era soffermato sui rumors che davano Cristiano Ronaldo vicino alla sua squadra: "Poteva essere nostro? Ne ha parlato il direttore Giuntoli, dicendo che non c’è mai stata nessuna trattativa seria: per me un po’ di sogno me l’ero fatto. Perché poi vederlo giocare accanto a Osimhen sarebbe stato bellissimo. Io l’avrei visto vicino ad Osimhen, perlomeno non avrei voluto privarmi di Osimhen”.

Come noto a tutti, alla fine Cristiano Ronaldo non è arrivato ma appare piuttosto evidente che nel mercato nulla è davvero come sembra e ancora di più oggi con i problemi economici che imperversano nel mondo del calcio, tutte quelle situazioni che appaiono impossibili hanno quella piccola percentuale di potersi verificare in alcune circostanze.

1.435 CONDIVISIONI
Georgina Rodriguez agita il Portogallo nella notte: messaggio provocatorio a difesa di Ronaldo
Georgina Rodriguez agita il Portogallo nella notte: messaggio provocatorio a difesa di Ronaldo
Perché Cristiano Ronaldo era in lacrime durante l'inno del Portogallo ai Mondiali
Perché Cristiano Ronaldo era in lacrime durante l'inno del Portogallo ai Mondiali
L'attaccante del Ghana che ha esultato come Ronaldo chiarisce: per lui Cristiano è un
L'attaccante del Ghana che ha esultato come Ronaldo chiarisce: per lui Cristiano è un "anziano"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni