In ogni angolo del mondo da giorni si sta onorando Diego Armando Maradona, scomparso a 60 anni mercoledì scorso. Sui campi di calcio di Serie A si osserva un minuto di raccoglimento prima delle partite eil gioco si ferma al 10′. In Italia Diego ha giocato e vissuto per sette anni. Ma dovunque si celebra il più grande calciatore di ogni tempo. Così è anche in Premier League. Prima della partita tra l'Everton e il Leeds si è commosso Carlo Ancelotti, pensando all'argentino che è stato un suo grande avversario.

Ancelotti commosso per Maradona prima di Everton-Leeds

Sui campi della Premier si ricorda Diego Maradona. Gli allenatori dell'Everton e del Leeds, uno dei quattro match del sabato della 10a giornata, sono quelli che lo hanno conosciuto meglio tra quelli del calcio inglese. Da un lato c'è Marcelo Bielsa, argentino che conosceva D10S e ovviamente i due si stimavano parecchio. Dall'altro Ancelotti che in Serie A ha sfidato Maradona in memorabili partite tra il Napoli e il Milan. Quando è partito il minuto di raccoglimento il tecnico dei Toffies non è riuscito a trattenere le lacrime, ci ha provato, si è morso il labbro, ha tentato di resistere, ma poi le emozioni hanno preso il sopravvento. Le lacrime sono uscite. D'altronde era impossibile non commuoversi per uno uomo da sani valori come Ancelotti che conosceva bene Maradona.

Everton ko, il Leeds vince 1-0

Ancelotti è stato sconfitto dal ‘Loco' Bielsa. Il match è stato deciso da un gol di Raphinha al 79′. Un altro passo falso per i Toffees che dopo essere partiti fortissimo, hanno ottenuto solo una vittoria nelle ultime cinque partite. L'Everton resta nelle zone nobili della Premier, ma il trend è negativo. Il Leeds risale la classifica, ma resta alle spalle dell'Everton.