30 Giugno 2021
23:38

“Ancelotti mi ha mentito, ci sono poche persone oneste nel calcio”: attacco durissimo di Josh King

Joshua King si è trasferito dal Bournemouth all’Everton lo scorso 1 febbraio, con la convinzione di trovare parecchio spazio con la maglia dei Toffees. Una convinzione dettata dalle promesse fattegli da Carlo Ancelotti, poi non mantenute. Oggi arriva lo sfogo dell’attaccante norvegese: “Mi ha mentito, non ci sono molte persone oneste che lavorano nel calcio”.
A cura di Paolo Fiorenza

Oggi l'Everton ha annunciato ufficialmente il nuovo allenatore: sarà Rafa Benitez – nonostante il suo passato al Liverpool che ha scatenato la protesta durissima dei tifosi dei Toffees – il successore di Carlo Ancelotti sulla panchina del club del Merseyside. Contratto fino al 2024 per il 61enne tecnico madrileno, che torna in Europa dopo l'anno e mezzo trascorso in Cina sulla panchina del Dalian Yifang.

Un cambio di gestione che non vivrà Josh King, 29enne attaccante norvegese che l'1 febbraio scorso si è trasferito all'Everton dal Bournemouth per soli 5 mesi. Un accordo particolare quello di King con l'Everton, a brevissimo termine, dopo che il giocatore si era liberato dal suo contratto che sarebbe scaduto in questo stesso mese di giugno. Il norvegese aveva pressato per questa soluzione, desideroso di giocarsi le sue carte a Goodison Park per un motivo ben preciso: quello che gli aveva detto Ancelotti, promettendogli parecchio minutaggio.

Ma le cose sono andate poi in maniera molto diversa: King ha messo assieme solo 11 presenze e neanche una dal 1′, e adesso si sfoga contro la falsità del tecnico emiliano. "Sì, mi ha mentito – ha detto a ‘Dagbladet' – Ma non ci sono molte persone oneste che lavorano nel calcio, a parte i giocatori. Non avevo alcun rapporto con Ancelotti. L'istinto ha detto Everton quando la loro offerta è arrivata sul tavolo. Ma non avevo mai pensato che in 19 partite non mi sarebbe stato permesso di iniziarne una. Così è il mondo del calcio. Ecco com'è quando arrivi in ​​cima al mondo reale. È così che va. Ma no, non mi pento di esserci andato".

King ha segnato 53 volte per il Bournemouth, 48 delle quali in Premier League e credeva che avrebbe avuto l'opportunità tanto attesa con la maglia dell'Everton. Ma Ancelotti – almeno a credere alla sua versione dei fatti – si è rimangiato tutto ed ora l'attaccante norvegese è ancora senza squadra. "Non mi pento di essere andato all'Everton – ha concluso il 29enne – Non ho avuto una chance, non una sola maglia dall'inizio. Ho avuto un'altra offerta che mi dava più sicurezza, ma mi è stato detto che con l'Everton avrei potuto giocare. Non fidarti degli allenatori che ti promettono cose e dicono che avrai chance, che sarai titolare…".

"Il PSG ha infranto tutte le regole del Fair Play Finanziario": l'attacco durissimo di Laporta
"Il PSG ha infranto tutte le regole del Fair Play Finanziario": l'attacco durissimo di Laporta
L'attacco di Juan Jesus alla Roma: "Mai infortunato, le notizie erano false"
L'attacco di Juan Jesus alla Roma: "Mai infortunato, le notizie erano false"
Mancini punta la Svizzera: "Nessun turn-over, Verratti è in dubbio ma Pellegrini è un jolly"
Mancini punta la Svizzera: "Nessun turn-over, Verratti è in dubbio ma Pellegrini è un jolly"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni