621 CONDIVISIONI
25 Aprile 2022
23:45

Allegri corre negli spogliatoi prima del fischio finale: “In quei momenti bisogna capire una cosa”

Allegri è rientrato negli spogliatoi prima del fischio finale di Sassuolo-Juventus: nel post-partita ha spiegato il motivo a DAZN e ha analizzato il match del Mapei Stadium.
A cura di Vito Lamorte
621 CONDIVISIONI

Massimiliano Allegri non è molto contento della prestazione della Juventus in casa del Sassuolo ma è soddisfatto della vittoria per 2-1 al Mapei Stadium, che permette ai bianconeri di avvicinarsi a grandi passi al terzo posto. La Vecchia Signora non ha iniziato bene ma è stata in grado di ribaltare il risultato e di portarsi a casa tre punti fondamentali per qualificarsi alla prossima Champions League. Il tecnico bianconero è rientrato negli spogliatoi prima del fischio finale e ai microfoni di DAZN ha spiegato il motivo: "Mancavano 30 secondi e in quei momenti lì devi capire che la partita è finita e non bisogna rimanere sopra la linea della palla. La vittoria di stasera è stata importante, non giocando una buona partita. La squadra ha fatto un passo in avanti, siamo a -1 dal Napoli e nessuno ci sperava. La sfida di domenica col Venezia sarà importante".

In merito all'andamento della stagione, Allegri ha analizzato così l'annata della sua Juve e le prove dei suoi ragazzi: "Se siamo arrivati così a questo punto della stagione si vede la crescita della squadra. Attraverso l’inizio così disastroso non saremmo arrivati a questo momento. Non ci devono essere rimpianti. Abbiamo fatto belle partite con il Villarreal o con l’Inter ma non ne abbiamo vinta una. Stasera la squadra ha lottato contro un Sassuolo che sapevamo avrebbe giocato così. I ragazzi sono stati bravi a mettersi a disposizione".

Dusan Vlahovic non è partito titolare ed è entrato poco nel gioco della Juve questa sera. Il centravanti serbo sembra un po' più nervoso rispetto ai primi tempi in bianconeri ma Allegri ha una risposta precisa su questo momento: "Dusan è un ragazzo giovane, con poca esperienza di calcio. Pretende molto da se stesso e deve rimanere più sereno. Ci parlo molto, deve trovare un equilibrio e lo deve trovare tra le partite giocate. A volte sbaglia per la troppa frenesia che ha addosso. Un ragazzo del 2000 è normale possa viverle così. Va un pochino calmato".

L'allenatore della Vecchia Signora si è soffermato anche sulle assenze e sul modo in cui ha dovuto organizzare la squadra a causa dei tanti forfait, ma non cerca alibi: "Non serve a niente e poi non servono alibi. Con quelli che siamo dobbiamo andare in campo. Nelle difficoltà viene fuori il carattere. Danilo non ha il ritmo per giocare davanti alla difesa, ma è talmente bravo che ci gioca. Alla fine ho girato un po’ quelli dietro, ho fatto il gioco delle tre carte per portare a casa il risultato".

A chi gli chiede di darsi un voto per la sua stagione, Allegri ha affermato: "Non so, perché a scuola prendevo sempre voti brutti. Materia preferita? C’era la prof di fisica che metteva voti a 1 a 10, io per non darle la soddisfazione mi mettevo 1 e le consegnavo in bianco. A parte gli scherzi, abbiamo ancora 4 partite importanti e bisogna finire bene l’annata. Abbiamo iniziato nelle difficoltà, quindi dare i voti non ha senso. Abbiamo messo delle buone basi per l’anno prossimo".

621 CONDIVISIONI
Chi va in final four di Nations League dai gironi, cosa serve all'Italia per qualificarsi
Chi va in final four di Nations League dai gironi, cosa serve all'Italia per qualificarsi
Paltrinieri li ha gabbati tutti con un trucco prima della finale:
Paltrinieri li ha gabbati tutti con un trucco prima della finale: "Lo abbiamo fatto apposta"
La finale perfetta di Steph Curry, che polemizza dopo il successo:
La finale perfetta di Steph Curry, che polemizza dopo il successo: "E ora i critici cosa diranno?"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni