Piacenza-Sambenedettese non si giocherà, è una delle prime conseguenze sulle manifestazioni sportive scaturite dall'emergenza Coronavirus scoppiata in Italia e in particolare al Nord per il primo caso di contagio nel Lodigiano (in Lombardia). La disposizione della Prefettura, che ha previsto lo stop di tutte le attività in calendario nel week-end, ha costretto la Lega di Serie C a comunicare ufficialmente il rinvio a data da destinarsi dell'incontro di campionato. Domenica alle 15 i cancelli dello stadio Garilli resteranno chiusi nell'attesa di ulteriori decisioni. Nel pomeriggio era arrivata anche la decisione da parte della società piacentina di annullare gli allenamenti e le attività del settore giovanile.

Emergenza Coronavirus, la decisione della Prefettura. La nota è stata emessa al termine della riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, un consesso straordinario considerati gli eventi e convocato per "esaminare le criticità che stanno emergendo nel territorio lodigiano confinante e, in particolare, nei comuni prossimi al territorio della provincia di Piacenza, interessati ai casi di Coronavirus".

Situazione in continua evoluzione. Prima della comunicazione della Prefettura, arrivata in serata, era stato lo stesso presidente della Lega Pro a chiarire come fosse massima l'attenzione verso l'evoluzione del fenomeno. "La situazione è monitorata costantemente, siamo in stretto collegamento con le autorità preposte", aveva ammesso nella dichiarazione rilasciata all'Ansa in riferimento al focolaio del morbo e alle misure di prevenzione necessarie da mettere in atto di concerto con le autorità istituzionali.

Dal calcio alla pallavolo, le modifiche al calendario. Oltre alla sfida del campionato di Serie C sono state rinviate anche altre gare ma in questo caso si tratta della Serie D: non si giocherà il match tra Fiorenzuola e Lentigione. Così come non si andrà in campo nel torneo di Serie B di basket in occasione di Bakery Piacenza e Jesi. In Lombardia, invece, sono una cinquantina le partite che non si disputeranno, tutte dei campionati minori di calcio e localizzate nelle zone critiche.

tot. contagiati 105.792
31 marzo 2.107
tot. guariti 15.729
31 marzo 1.109
tot. deceduti 12.428
31 marzo 837