647 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Aleandro Rosi torna a giocare a 37 anni: dopo 9 mesi da svincolato accetta la sfida in Serie C

Aleandro Rosi accetta la sfida della Torres a 37 anni. L’ex terzino della Roma retrocesso col Perugia dalla B nella stagione passata riparte dalla Lega Pro dopo ben 9 mesi da svincolato.
A cura di Fabrizio Rinelli
647 CONDIVISIONI
Immagine

Era il 5 maggio 2023 quando il Perugia perse 0-5 in casa contro il Cagliari. In quella partita in campo c'era anche Aleandro Rosi che però dopo quella partita non ha più giocato le successive sfide contro Venezia e Benevento che non hanno evitato agli umbri la retrocessione in Serie C. Da quel momento l'esterno destro romano, cresciuto nel settore giovanile della Roma, è rimasto svincolato. Cresciuto nel settore giovanile prima della Lazio e poi dei giallorossi, ha negli anni vissuto diverse esperienze importanti tra Serie A e Serie B.

Rosi è rimasto senza squadra da maggio 2023 a febbraio 2024. Ben 9 mesi d'attesa prima di accettare una nuova ed entusiasmante sfida. Si tratta della Torres, in Serie C, che ha fatto firmare un nuovo contratto al giocatore pronto per rinforzare la rosa dei sardi: "Non mi sento pronto per il ritiro, voglio godermi il calcio fin che posso e qui se manteniamo l'entusiasmo possiamo ancora fare tanto". La Torres attualmente è seconda in classifica nel girone B di Lega Pro a -9 dalla capolista Cesena che però sembra già lanciatissimo verso il ritorno in Serie B.

Rosi porterà esperienza e qualità alla squadra. Un giocatore che ha giocato la Champions finito nel mirino di Luciano Spalletti quanto l'attuale Ct dell'Italia allenava la sua prima Roma portandola a risultati inimmaginabili. Nella sua carriera il terzo destro ha poi vissuto anche altre e numerose sfide giocando per altri 10 club tra Serie A e B. Dalla Roma a Chievo, Livorno, Siena, Parma, Sassuolo, Genoa, Fiorentina, Frosinone, Crotone e appunto Perugia prima che la Torres gli proponesse oggi di chiudere la stagione in Sardegna sperando nel grande salto.

In caso di mancata promozione diretta nella serie cadetta, la Torres sarebbe di fatto uno delle grandi favorite per la vittoria finale della lotteria playoff. Un'impresa difficile ma non impossibile. Rosi durante la sua presentazione ha mostrato lo stesso entusiasmo di sempre dicendosi prontissimo per questa sfida: "Ho fatto la Champions con la Roma, ma quando hai il fuoco dentro e l'umiltà, la categoria è relativa – ha spiegato – Non ci ho pensato un attimo quando è arrivata la proposta". Detto da uno che vanta 241 presenze in Serie A è davvero tanta roba.

647 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views