Kieran O'Hara è stato squalificato per sei giornate. Il portiere del Burton, club che gioca in League One (terza serie del calcio inglese), ha dato un morso a un calciatore del Peterborough, e per questo ha subito una sanzione pesantissima. Il numero uno è un calciatore di proprietà del Manchester United, che lo ha ceduto in prestito al Burton, doveva farsi le ossa, come si dice in gergo, ha rimediato invece una brutta squalifica.

Squalifica di 6 giornate per il portiere del Burton

Quella tra il Burton e il Peterbourough non sembrava una partita destinata a passare alla storia e invece la gara, giocata lo scorso 29 febbraio, ha trovato la copertina perché sugli sviluppi di un corner il portiere del Burton O'Hara avrebbe dato un morso a Szmodics. Kieran O'Hara ha detto di non aver dato alcun morso, ma la Football Association è di parere opposto e per questo lo ha fermato per sei giornate. Per la cronaca quella partita è terminata con il punteggio di 1-1.

Le motivazioni della squalifica di Kieran O'Hara

Adesso O'Hara non potrà giocherà per un mese e mezzo e sarà costretto a fare lo spettatore. Il Burton è a metà classifica in League One ed è lontanissimo dalla zona playoff. Questo il comunicato della FA:

La Commissione Disciplinare gli ha comminato una multa di 2500 sterline e la squalifica per sei partite con effetto immediato per aver infranto la regola E3 della FA. Il portiere del Burton ha negato che quanto accaduto al 44esimo minuto della gara sia assimilabile ad un comportamento violento o improprio ma l'accusa è poi stata provata.

I morsi di Suarez

Non è una novità. Perché di morsi in un campo di calcio si sono già visti. Luis Suarez addirittura in tre occasioni ha lasciato i suoi denti un avversario. Lo ha fatto ai tempi dell'Ajax e del Liverpool e soprattutto in un Uruguay-Italia dei Mondiali del 2014. L'attaccante fu punito con una lunghissima squalifica.