Un programma ricchissimo nella ‘NBA Sundays'. Sono state disputate la bellezza di dieci incontri. Uno si è preso tutta la scena, quello tra i Los Angeles Clippers i Dallas Mavericks, che in California hanno stravinto. I Clippers all'intervallo erano sotto di 50 punti, record negativo assoluto nella storia della NBA. Sconfitti per un punto i Boston Celtics, battuti 108 a 107 da Indiana Pacers. Continuano a vincere i campioni in carica, i Lakers si sono imposti con 36 punti di scarto sui Minnesota.

Sconfitta pesantissima per i Clippers con i Dallas Mavericks

All'intervallo, cioè dopo due tempi, il punteggio allo Staples Center era di 77 a 27 per i Dallas. Uno scarto incredibile. Partita segnata e conclusa in modo rapidissimo. Perché se è vero che nel basket un vantaggio di venti punti si può recuperare è altrettanto vero che cinquanta lunghezze sono irrecuperabili. I Clippers dopo l'intervallo si ripresentano più vivi, ma ovviamente non riescono a rimontare, riducono il passivo, questo sì, ma poi crollano in modo definitivo. Il punteggio finale è stato di 124 a 73. Il divario è di 51 punti. Ovviamente grande protagonista è stato il gigante Doncic.

L'altra squadra di Los Angeles esce con le ossa rotta ma almeno è riuscita a evitare una sconfitta ancora molto più pesante. La stella della squadra Paul George dopo il match è stato molto chiaro e si è assunto tutte le responsabilità:

Ma ne prendo tutta la responsabilità. È stata una partita dura, ci hanno preso a calci nel sedere oggi. Non eravamo pronti né preparati fin dall’inizio, e la responsabilità è mia. Tutti noi abbiamo passato il Natale lontano dalle famiglie e ieri io me lo sono goduto insieme alla mia. Il passaggio da ieri a oggi è stato molto veloce, e credo sia quello è il motivo di una giornata davvero spenta. Ma saremo pronti per la prossima partita: farò in modo che il nostro gruppo sia pronto.

Perdono Boston e Bulls, vincono i Lakers

Nella notte successo ampio per i campioni dei Los Angeles Lakers che hanno vinto 127-91 in casa dei Minnesota, Kuzma ha realizzato 20 punti. Sconfitte brucianti per i Celtics, 108 a 107 in casa dei Pacers, e per i Chicago Bulls battuti in casa 129 a 128 dai Golden State Warriors.

I risultati delle partite disputate tra 27 e 28 dicembre: Los Angeles Clippers-Dallas Mavericks 73-124, Charlotte-Brookylin 106-104, Washington-Orlando 113-120, New Orleans-San Antonio 95-98, Cleveland-Philadelphia 118-94, New York Knicks-Milwaukee 110-130, Indiana Pacers-Boston Celtics 108-107, Chicago Bulls-Golden State Warriors 128-129, Sacramento-Phoneix 100-116, Los Angeles Lakers-Minnesota 127-91.