21 Ottobre 2021
15:09

Per Vettori vs Costa serve una soluzione, il brasiliano ha sbagliato peso: “Non è professionale”

Il brasiliano Paulo Costa, numero 2 del ranking Ufc e prossimo avversario del fighter italiano nel main event di sabato sera a Las Vegas, ha dichiarato di non essere riuscito a raggiungere in tempo il peso minimo di 84 chili consentito dalla categoria dei pesi medi. Vettori lo ha criticato nel corso di una conferenza stampa ma non si è tirato indietro, al punto da accettare di combattere al limite dei massimi leggeri (92 chili) o di sfidare Costa in un catchweight, cioè un incontro con limiti di peso differenti. The Italian Dream ha già lanciato il guanto di sfida.
A cura di Andrea Lucia

Nella tarda serata di sabato 23 ottobre Marvin Vettori sfiderà il numero 2 del ranking Ufc Paulo Costa a Las Vegas. Tutto è pronto, o quasi. Il colpo di scena è avvenuto nella canonica intervista di presentazione del match, quando il brasiliano ha annunciato che il suo peso era di 96 chili, ben oltre il limite minimo di 84 consentito per la categoria dei pesi medi, in cui l'azzurro è uno dei migliori al mondo. È stato lo stesso lottatore italiano a porre il problema, infastidito dal comportamento di un avversario che a pochissimi giorni dal combattimento non è riuscito a centrare il peso: "Non è una cosa professionale, tutti facciamo dei sacrifici".

Costa non si è neppure scusato del suo comportamento e ha detto che chiarirà i motivi dei chili di troppo solamente dopo l'incontro. Si tratta di un vero e proprio main event e The Italian Dream, come viene ribattezzato Vettori, non sembra affatto intenzionato ad abbandonare la sfida: "L’ultima cosa che voglio è che salti il combattimento, andrò sull’ottagono contro di lui in ogni caso". Una soluzione va comunque trovata, negli stessi interessi dell'organizzazione Ufc, la massima promotion di MMA (arti marziali miste) a livello mondiale. La sensazione è che Vettori sia pronto ad accettare di combattere al limite dei massimi leggeri ma bisognerà valutare nelle prossime ore se il suo avversario riuscirà a raggiungere almeno 92 chili. Più improbabile che il fighter italiano si dica favorevole ad un catchweight, cioè ad un incontro con limiti di peso differenti, una situazione che sarebbe troppo sfavorevole.

Entrambi i lottatori hanno perso il match che metteva in palio il Mondiale dei pesi medi contro il nigeriano Israel Adesanya. Vettori è uscito sconfitto nel giugno scorso mentre il campione di Belo Horizonte, soprannominato Borrachinha, lo ha affrontato addirittura a settembre 2020. Chi vincerà sabato sera potrebbe ridefinire le gerarchie nella categoria e coltivare il sogno di una rivincita con Adesanya per la corona dell'Ufc, senza dimenticare che al momento il numero 1 del ranking rimane l'australiano Robert Whittaker. Per lo sport italiano si avvicina un altro momento storico e fortunatamente il combattimento tra Vettori e Costa verra trasmesso intorno alla mezzanotte.

La storia prodigiosa del quarterback cieco: conosce movimenti e posizioni dei compagni a memoria
La storia prodigiosa del quarterback cieco: conosce movimenti e posizioni dei compagni a memoria
Corre la maratona spingendo la madre malata di sclerosi multipla: "Il mio giorno più bello"
Corre la maratona spingendo la madre malata di sclerosi multipla: "Il mio giorno più bello"
"Le Olimpiadi non ci sono mai state": l'incubo ricorrente di Gianmarco Tamberi
"Le Olimpiadi non ci sono mai state": l'incubo ricorrente di Gianmarco Tamberi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni