99 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Grande Fratello 2023/2024

Garibaldi: “Beatrice Luzzi mi manca, quando la vedo ho le farfalle allo stomaco”, ma lei non ricambia

Chiamati in confessionale nella puntata del 2 novembre del Grande Fratello, Giuseppe Garibaldi e Beatrice Luzzi sono stati sinceri riguardo ai sentimenti che provano uno per l’altro. “Mi manca, ho le farfalle nello stomaco quando la vedo”, ha spiegato il ragazzo. “Nonostante le buone intenzioni, non rimetto il mio cuore in mano”, ha ribattuto lei.
A cura di Elisabetta Murina
99 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Dopo aver chiarito in che rapporti sono oggi, nella puntata del 2 novembre del Grande Fratello Alfonso Signorini ha voluto parlare di nuovo con Beatrice Luzzi e Giuseppe Garibaldi in confessionale. Una chiacchierata, prima con il concorrente da solo e poi con entrambi, che è andata a fondo nei loro sentimenti, una volta per tutte.

"Quando la vedo sento le farfalle nello stomaco"

Signorini ha chiamato in confessionale Garibaldi, spiegando al pubblico di volerlo conoscere come persona e di sapere cosa prova, veramente, per Beatrice Luzzi. Senza giri di parole, il concorrente ha spiegato di sentire la sua mancanza e di vedere lo stesso sentimento anche negli occhi dell'attrice:

Ogni volta che la vedo ho le farfalle allo stomaco. Mi mancano i momenti che abbiamo vissuto con spensieratezza. Ci tengo tantissimo a lei, è da tre giorni che parliamo con tranquillità. Lascio tutto al fato, se deve succedere, deve essere in modo naturale. Mi manca Beatrice, ma non voglio forzare le cose. Vedo nei suoi occhi la stessa mancanza, mi ha insegnato tantissimo qui dentro. 

I sentimenti di Beatrice Luzzi per Garibaldi

Poco dopo, Beatrice è stata chiamata in confessionale e ha raggiunto Garibaldi. Vicino al coinquilino, ha rivelato i sentimenti che prova nei suoi confronti, spiegando di non essere pronta a rimettersi in gioco, nonostante le buone intenzioni del 30enne:

Indubbiamente tra noi c'è una grande complicità, come c'è sempre stata, e non sparisce un attimo. Noi viviamo qui 24 ore su 24 e trovare una complicità così non è facile. Io me la vivo, non significa che rimetto il cuore in mano, non posso. Nonostante le sue buone intenzioni, non credo lui possa gestire nulla del genere, non qui, non adesso. 

99 CONDIVISIONI
917 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views