7.383 CONDIVISIONI
7 Settembre 2022
7:33

Il regista Gianni Amelio: “L’omosessualità non è devianza o pedofilia, è amore”

Gianni Amelio ha presentato il film Il signore delle formiche alla Mostra del Cinema di Venezia. Il regista racconta la storia dell’intellettuale Aldo Braibanti, accusato di plagio per la sua relazione con uno studente.
A cura di Daniela Seclì
7.383 CONDIVISIONI

Gianni Amelio ha presentato alla Mostra del Cinema di Venezia il film Il signore delle formiche, che narra la storia di Aldo Braibanti. L'intellettuale fu processato con l'accusa di plagio e ricevette una condanna a nove anni, per via della sua relazione con uno studente. Quest'ultimo, invece, venne costretto dalla famiglia alle cure con l'elettroshock. Una storia drammatica e che scatenò le proteste di coloro che ne percepivano l'insensatezza. Nel ruolo del protagonista, Luigi Lo Cascio. Elio Germano, invece, interpreta un giornalista dell'Unità che intende raccontare tutte le tappe del processo a Braibanti.

L'omofobia e i partiti bigotti

Amelio ha spiegato che il suo intento non è quello di santificare Braibanti: "Lui non cerca la simpatia, è arrogante, non è empatico". Il regista ha voluto raccontare un'epoca in cui, grazie anche a partiti bigotti che non erano in grado di rappresentare degnamente il pensiero degli italiani, gli omosessuali venivano ancora considerati come "invertiti da curare, come fu detto anche a me in Calabria quando avevo 16 anni, una cosa che in dialetto calabrese faccio dire ad un personaggio del film". Ritiene che quello della politica che non è in grado di riflettere le esigenze del Paese, sia un problema attuale:

Senza evocare spettri di cose del passato, i nostri guai ce li abbiamo anche con le cose contemporanee. Oggi come allora si vive questa distanza tra la politica della necessità e i partiti incapaci di rappresentare i cittadini che sono visti più come clienti a cui piazzare i prodotti, non certo ascoltati.

L'omosessualità non è una devianza, è amore

Infine, il regista ha parlato di quanto – ancora oggi – gli italiani debbano fare i conti con l'omofobia: "In campagna elettorale una candidata – Giorgia Meloni ndr – ha detto accontentatevi delle unioni civili, peccato che lo stesso giorno sia girato il video di una donna che chiamava la polizia per aver visto due omosessuali baciarsi, e non parliamo di quello che ancora oggi succede in ambito scolastico". E ha concluso:

Ancora oggi l'omosessualità è considerata devianza che può turbare i bambini, purtroppo la mentalità è confondere omosessualità con pedofilia che è il peggiore dei crimini possibili mentre omosessualità è amore. Io spero tanto che Il signore delle formiche dia coraggio a chi non può averlo, vorrei fosse un film ottimista nonostante parli di una delle pagine più scure della giustizia italiana.

7.383 CONDIVISIONI
Perché Gianni Amelio ha insultato un giornalista parlando di
Perché Gianni Amelio ha insultato un giornalista parlando di "titolo infame"
Ludovica Frasca felice accanto a un regista, a fine agosto aveva annunciato la separazione da Faricy
Ludovica Frasca felice accanto a un regista, a fine agosto aveva annunciato la separazione da Faricy
Gianni Amelio attacca un giornalista:
Gianni Amelio attacca un giornalista: "Non ti rispondo, il tuo era un titolo infame"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni