22 Luglio 2022
14:57

Giorgia Soleri: “Raccontare il disagio è terapeutico. Gli psicofarmaci chiamiamoli solo farmaci”

Al festival del cinema tutto dedicato ai ragazzi, giunto alla 52esima edizione, Giorgia Soleri ha raccontato la sua esperienza personale spingendo l’ambiente a normalizzare l’uso farmacologico per curare le malattie mentali.

A Giffoni è il giorno di Giorgia Soleri, l'attivista social e compagna di Damiano David dei Måneskin. Al festival del cinema tutto dedicato ai ragazzi, giunto alla 52esima edizione, Giorgia Soleri ha raccontato la sua esperienza personale spingendo l'ambiente a normalizzare l'uso farmacologico per curare le malattie mentali: "Non chiamateli psicofarmacidice "le malattie mentali sono come tutte le altre, si curano come tutte le malattie". 

Giorgia Soleri posa con i fan
Giorgia Soleri posa con i fan

Il messaggio di Giorgia Soleri

Con Giorgia Soleri si può parlare veramente di tutto. Attivista, scrittrice e influencer, di recente è stata promotrice della proposta di legge in Parlamento per sensibilizzare su temi come endometriosi e vulvodinia, dei quali lei stessa soffre. Ora è il momento di parlare della salute mentale, la cui cura è molto stigmatizzata. Questo il messaggio di Giorgia Soleri in un incontro con i 300 ragazzi tra i 18 e i 30 anni della sezione Impact!, a tema "Invisibili:

La salute mentale e la sua cura è sicuramente uno tra quelli più stigmatizzati nella società contemporanea. Non dovremmo chiamarli psicofarmaci, ma semplicemente farmaci, perché se le cure farmacologiche per altre parti del corpo nel linguaggio comune vengono chiamate solo farmaci, e non “cardiofarmaci”, “testafarmaci”, bisogna aggiungere il prefisso “psico” per quelli volti a curare la mente?. Le malattie mentali sono problemi di salute come tutti gli altri, e per questo, se serve, vanno curati con terapie farmacologiche.

E ancora:

Tendiamo spesso a pensare che ciò che proviamo sia unico e invece molto spesso il raccontare diventa terapeutico. Ricordo il caso di una bambina che soffriva della malattia e non aveva il coraggio di raccontarlo persino alla madre; dopo il mio racconto ha trovato il coraggio di farlo. 

I riconoscimenti a Giorgia Soleri

Giorgia Soleri sta conquistando sempre più visibilità grazie al suo impegno enorme nei confronti della salute delle giovani donne. È stata premiata di recente presso il comune di Vibo Valentia proprio per il suo attivismo e sta crescendo anche sui social. Solo negli ultimi tre mesi, il suo profilo è cresciuto di almeno 200mila follower. Una tendenza positiva che non sembra arrestarsi.

Giorgia Soleri riaccende le polemiche col tattoo sulla schiena:
Giorgia Soleri riaccende le polemiche col tattoo sulla schiena: "Possiedo solo i miei peccati"
Giorgia Soleri:
Giorgia Soleri: "Ho tentato il suicidio, mi sono salvata per il rotto della cuffia"
Giorgia Soleri:
Giorgia Soleri: "Sono qua senza reggiseno e ho i peli, lo scelgo io ed è una vittoria"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni