228 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Cristina Parodi su Giorgio Gori: “Una limitazione sul lavoro, ma con nessun altro sto così bene”

Cristina Parodi parla al Corriere della sua lunga carriera e dell’amore con Giorgio Gori, sposato nel 1995. Sul lavoro “Non è mai stato un volano, ma in alcuni momenti una limitazione, per quel continuo timore di agevolarmi” ha raccontato, ma non ha mai desiderato altro uomo: “Non c’è nessun altra persona al mondo con cui stiamo altrettanto bene”.
A cura di Gaia Martino
228 CONDIVISIONI
Immagine

Cristina Parodi ripercorre la sua carriera in una lunga intervista al Corriere. Ha condotto la prima edizione del TG5 delle ore 13 nel 1992,  "doveva essere una rivoluzione", ha ricordato, e "fu perfetta". Quella delle 20 condotta da Mentana, invece, "fu un disastro". La conduttrice televisiva e giornalista ha spiegato che il collega "lanciava servizi che non partivano" e dietro le quinte si infuriò. Il marito Giorgio Gori non ha mai agevolato il suo percorso lavorativo: "In alcuni momenti è stato una limitazione, per quel continuo timore di agevolarmi", ma dopo 30 anni insieme "riesce ancora a stupirmi".

L'amore con Giorgio Gori

Nel 1995 Cristina Parodi ha sposato Giorgio Gori, giornalista, produttore televisivo oggi sindaco di Bergamo. Fondatore di Magnolia, è stato direttore di Canale5 e Italia1. La conduttrice tv al Corriere ha spiegato che il marito non ha mai agevolato il suo percorso lavorativo: "Giorgio non è mai stato un volano, ma in alcuni momenti una limitazione, per quel continuo timore di agevolarmi". Si innamorarono a Roma quando lui aveva 31 anni: "Mi sembrava che ne avesse 18, era l’enfant prodige ed era fighissimo". Entrambi sono perdutamente innamorati l'uno dell'altra, uniti da 30 anni, non hanno mai avuto ripensamenti sul loro amore:

Noi ancora oggi ce lo diciamo, quando andiamo al cinema, a cena: non c’è nessun altra persona al mondo con cui stiamo altrettanto bene. Anche nei viaggi in macchina da soli, senza parlarci. Giorgio riesce ancora a stupirmi.

Immagine

Il matrimonio e la vita tra lavoro e famiglia

Il matrimonio è stato celebrato nell'ottobre del 1995 a Carpeneto e un anno dopo arrivò la proposta di condurre Verissimo: "Ero molto attratta perché si trattava del primo infotainment italiano. Il problema è che a dirigere Canale 5 c’era Giorgio e nonostante io fossi la conduttrice di punta del tg ogni mio passo avanti lo metteva in imbarazzo. Alla fine Gregorio Paolini fece una riunione insieme agli altri autori e ai produttori escludendo Giorgio. E riuscirono a darmi il programma". La scelta di lasciare il TG a Roma per lavorare a Milano era legata anche a "motivi organizzativi familiari". Cristina Parodi faceva la pendolare, viaggiava da Milano a Bergamo tutti i giorni, e lo faceva per non staccarsi mai per troppo tempo dai figli: "La fatica non mi ha fatto mai paura e i figli sono stati una benedizione. Certo ho vissuto di sensi di colpa, ma finché sono stati piccoli ho eliminato tutti i diversivi: lavoravo e tornavo a casa, non esistevano sport, shopping e amiche. Io e Giorgio abbiamo dato loro un grande esempio di passione". Oggi i suoi figli, Benedetta, Alessandro e Angelica, vivono lontani da casa:

Benedetta fa la botanica, vive in Sardegna, è un’attivista. Alessandro abita nel sud della Spagna: ha studiato agricoltura rigenerativa. La piccola fa la musicista. Per stargli vicini con Giorgio abbiamo inventato il “turismo familiare”: una volta al mese andiamo a trovarli.

228 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views