video suggerito
video suggerito

Alessandro Borghese: “A scuola preso in giro dai compagni perché mia mamma era nuda su Playboy”

Ospite del podcast Tintoria, Alessandro Borghese ha raccontato a Stefano Rapone e Daniele Tinti alcuni retroscena sul programma 4 ristoranti. Poi ha parlato anche del rapporto con la madre Barbara Bouchet, attrice, per cui da adolescente è stato preso in giro: “Mi dicevano di averla vista nuda in tv”.
A cura di Elisabetta Murina
439 CONDIVISIONI
Immagine

Ospite del podcast Tintoria, Alessandro Borghese si è raccontato a Stefano Rapone e Daniele Tinti. Il noto chef ha parlato della sua carriera, dalla passione per il cibo e della madre Barbara Bouchet, per la quale è stato preso in giro durante l'adolescenza. Poi ha svelato anche qualche retroscena sul programma 4 Ristoranti, di cui è ormai volto da diversi anni: "Ci sono delle litigate che dobbiamo tagliare".

Alessandro Borghese preso in giro per sua madre

Lo chef ha raccontato che, durante il periodo dell'adolescenza, veniva spesso preso in giro dai compagni per via di sua mamma Barbara Bouchet. In quegli anni, l'attrice era considerata una sex symbol e appariva nuda sulle copertine di Playboy: "Quando leggi ‘Barbarella nazionale' è una battaglia continua. Andavo a scuola e i compagni, che a quell’età non hanno tanti peli sulla lingua, mi dicevano di avere visto in tv mamma nuda. Mi prendevano in giro, io ci discutevo, li ho persino presi a pizze". Nonostante la rabbia e la reazione in alcune occasioni violenta, Borghese ha ammesso che quello che ha vissuto gli è servito: "Mi sono fatto le spalle, che è quello che bisogna fare a scuola, oltre a studiare. Serve per la vita". 

I retroscena sul programma 4 Ristoranti

Chiacchierando con Stefano Rapone e Alessandro Tinti, Borghese è tornato a raccontare alcuni retroscena del programma 4 Ristoranti, in onda su Sky, che conduce ormai da diversi anni. Proprio di recente, ospite del podcast di Marco Mazzoli e Fabio Rovazzi, aveva rivelato di essere andato a vomitare dopo una puntata. "Ogni tanto ci sono delle litigate che dobbiamo tagliare", ha spiegato lo chef. Poi è entrato più nel dettaglio del meccanismo dello show: "Funziona che all’inizio c’è l’entusiasmo di essere stati scelti e io dico loro che hanno già vinto perché c’è un grande ritorno pubblicitario. Quindi consiglio di non fare i “gargarozzoni”, di non aumentare i prezzi che, poi, non fa bene. Tanti hanno pure chiuso". Recentemente, ad esempio, dopo la registrazione di alcune puntate a Lampedusa "è successo un casino":  

C’è stata gente che voleva rinunciare ad andare avanti o gente che voleva più non andare in onda: ma io faccio firmare le liberatorie prima… E comunque va peggio a me che, a volte, “me tocca mangia’” certe schifezze! Alla fine comunque è bello perché giri l’Italia in posti che non sono classici dove trovare ricette anche inedite e storie umane meravigliose: ne vado orgoglioso».

439 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views